Una 36enne originaria di Messina, e’ stata posta agli arresti per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, tutto in esecuzione di un provvedimento giudiziario aoplicato dai carabinieri della Stazione di Ganzirri.

I militari, hanno posto la loro attenzione sull’appartamento della donna (che nel tempo era diventato meta di un andirivieni continuo), operando attraverso idonei appostamenti si e’ ricostruito un quadro probatorio che potesse giustificare la misura cautelare emessa.

E’ stato possibile notare, l’ingresso e l’uscita dopo pochi minuti di un 22enne, cosi si e’ dato il via all’operazione. Il ragazzo, e’ stato trovato con una dose da un grammo di marijuana e un trita erba utilizzato per sminuzzare la sostanza stupefacente.

Gli uomini in divisa, hanno conseguentemente deciso di fare irruzione nell’appartamento procedendo ad una perquisizione personale e domiciliare della giovane. Nascoste in un barattolo di latte in polvere per bambini, conservato in un mobiletto della cucina sono state trovate oltre trenta dosi di marijuana già confezionate e una decina di grammi della stessa erba sciolti.

I componenti della Benemerita, sono stati insospettiti da quella insolita presenza, dal momento che l’arrestata non ha figli. Il controllo in tutta la casa, ha consentito di rinvenire in camera da letto un bilancino di precisione e tutto quel che occorre per poter confezionare le dosi.

Dopo la celebrazione dell’udienza con rito direttissimo, durante la quale l’atto posto in essere dai carabinieri e’ stato convalidato, per la 36enne sono stati disposti gli arresti domiciliari.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO