Dalle prime ore della giornata in corso, che ha dato l’inizio ufficiale alle festivita’ natalizie, i carabinieri hanno avviato una vasta azione di controllo del territorio. Vi sono state, diverse le denunce.

Hanno avviato tutto, gli appartenenti al Nucleo Radiomobile ed alle Compagnie Messina Centro e Sud, per garantire una elevata sicurezza durante il ponte dell’Immacolata. Nelle zone piu’ frequentate dai giovani, si sono portati avanti con piu’ incisivita’ glii accertamenti dell’Arma, con l’utilizzo anche della stazione mobile.

Fra le maglie della giustizia, sono finite due persone, denunciate per guida in stato di ebbrezza, una di esse agli accertamenti dell’alcool test e’ stata trovata con un tasso alcolemico di 1,90 g/l, pertanto superiore al consentito.

L’altra invece, si e’ rifiutata a sottoporsi agli accertamenti, atti a verificare lo stato di sobrieta’. Ad entrambi, a seguito della denuncia, e’ stata applicata la sanzione del ritiro della patente.

Un 21enne messinese invece, ha subito una denuncia, per porto ingiustificato di arma bianca. Il giovane e’ stato fermato ad un controllo, mentre si spostava a bordo della propria vettura. In tale contesto, a seguito di un controllo all’interno dell’automobile, i militari hanno rinvenuto un coltello a serramanico lungo circa 18 cm, posto contestualmente sotto sequestro.

Un 45enne di Messina, e’ stato denunciato per evasione. Malgrado infatti, fosse ristretto agli arresti domiciliari per furto, sebbene con il beneficio di poter uscire dalla propria residenza durante ben precise ore del giorno, lo ha fatto al di fuori della fascia oraria autorizzata.

Per l’ipotesi di reato di ricettazione, sono state denunciati due soggetti. Sono un 18enne scovato a bordo di un ciclomotore di provenienza furtiva, asportato in provincia di Messina nel novembre scorso ed un cittadino di nazionalita’ senegalese di 23 anni, che guidava un’autovettura a bordo della quale i componenti della Benemerita hanno rinvenuto un notevole quantitativo di merce non originale.

In complesso si tratta di borse, borsellini e orologi il cui marchio è risultato contraffatto, in tutto circa una sessantina. Le denunce per lo straniero, sono state per ricettazione e detenzione a fini di vendita di prodotti con marchi falsi.

A carico di un 26enne, una denuncia per detenzione a fini di spaccio. L’individuo, già conosciuto dalle Forze dell’ordine, è stato sorpreso nell’immediatezza del controllo con circa 3 grammi di marijuana suddivisa in due dosi. Una perquisizione successiva, estesa alla sua abitazione, ha consentito il rinvenimento di altri tre involucri della stessa sostanza. In totale, gli si sono trovati circa 10 grammi.

Infine, alla Prefettura di Messina, sono stati segnalati come persone che fanno uso di droghe, 10 giovani. In complesso, si e’ proceduto al sequestro di 15 grammi di marijuana e uno di cocaina.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO