In 7 distinte operazioni di soccorso svoltesi nelle scorse ore nel Mediterraneo Centrale, sono stati 1164 i migranti tratti in salvo. L’attivita’, e’ stata coordinata dalle Centrali Operative della Guardia Costiera di stanza a Roma e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Purtroppo, nel corso di queste operazioni di soccorso, ci si e’ dovuti confrontare con episodi luttosi, dal momento che sono stati recuperati anche 6 corpi privi vita.

I cittadini stranieri, che si trovavano a bordo di 6 gommoni ed 1 barcone, sono stati assistiti dalle imbarcazioni: Nave Diciotti, Nave Gregoretti della Guardia Costiera e dalla Nave Aviere della Marina Militare operante nel contesto del dispositivo Mare Sicuro.

Presenti inoltre le unita’ navali: Aquarius della SOS Mediterranèe-Organizzazione non governativa Medici Senza Frontierr ed una del gruppo EunavforMed.

Sulla Nave Acquarius, questa mattina alle 13.50 nel Canale di Sicilia, da una giovane mamma nigeriana, che ha asserito di essere rimasta vedova, e’ nato il piccolo figlio Favour, di quasi tre chili.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO