Questa mattina alle ore 11, la Galleria Vittorio Emanuele di piazza Antonello, è stata riconsegnata alla città con una cerimonia, alla quale hanno partecipato: l’assessora alla Cultura del Comune di Messina, Daniela Ursino, il vice sindaco, Gaetano Cacciola, l’assessore al Bilancio, Luca Eller Vainicher, il collega allo Sviluppo Economico, Guido Signorino ed il questore, dottor Giuseppe, Cucchiara.

In relazione, all’odierna iniziativa, la Ursino specifica: “è stata una combinazione fortunata, vincente, sempre con quella dose di fortuna che ci vuole. Abbiamo cercato, di unire un pò tutti, questo è il caso in cui veramente, vi è stata sinergia tra istituzioni, quindi il Comune di Messina e la Soprintendenza ai Beni Culturali, per andare avanti su un progetto di valorizzazione, attraverso la pulizia ordinaria fatta da una ditta specializzata, dalla restauratrice Rosaria Catania e una serie di altri parters. Vi sono stati i privati che si sono uniti, i proprietari delle botteghe, la Banca Antonello, che ha sostenuto un progetto a livello di mecenatismo”.

La responsabile delle politiche culturali di Palazzo Zanca, prosegue: sono veramente emozionata, per aver conseguito questo risultato, che ci consegna un dato, vale a dire, c’è tanta voglia di fare e di donare per la nostra città. La nostra città è bellissima, merita tanto, noi dobbiamo rispettarla. Vorrei dire questo ai ragazzi, rispettiamo quello che adesso abbiamo ridato alla comunità, i muri puliti di una Galleria che è splendida, cerchiamo veramente di essere custodi di tutto ciò. Oggi questo, diventa un salotto frequentabile, accogliente per tutti, quindi spero che le attività commerciali ne abbiano da questo anche un grande beneficio, mi auguro che sia così e ci credo”.

In conlcusione, l’esponente della Giunta Accorinti ha sottolineato: “agli interventi hanno dato il loro contributo nei fatti, un gruppo di studenti dell’Istituto Superiore Verona Trento, nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro, sancito da un protocollo d’intesa firmato con la dottoressa Simonetta Di Prima, dirigente scolastica, del plesso. I ragazzi, nello svolgere le attività previste, sono stati seguiti dal tutor Fabio Sciva portando a compimento un periodo di apprendistato, lavorando anche su parti di proprietà dei privati”.

“L’illuminazione dei luoghi, viene garantita da un sistema di luci a led, per poter avere un risparmio energetico. Le opere previste nel progetto, sono state approvate dalla Soprintendenza ai Beni Culturali, un Ente che ha l’onere della sorveglianza del bene. La Direzione dei lavori, è stata pertinenza dell’architetto Sergio Bertolami, mentre un ringraziamento è dovuto alla dottoressa Mirella Vinci dell’Unità operativa ed al soprintendente, Orazio Micali”.

Nella circostanza, è stato presente, anche il presidente di Banca Antonello, Franco De Domenico, il suo Istituto, riferisce: “ha sposato con entusiasmo e spirito di collaborazione, l’dea di realizzare la riqualificazione messa in atto, per un bene di sicuro pregio che versava in stato di abbandono”.

Alle 17.30 inoltre, si è tenuto uno scambio di auguri attorno all’albero allestito per queste festività, impreziosito dalla consegna dei doni ai bambini, per volontà del quarto Quartiere, dell’Associazione Invisibili e dei volontari del FAI, con un Babbo Natale d’eccezione, l’ex calciatore del Messina Carmine Coppola.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO