I carabinieri della Stazione di Giampilieri hanno effettuato un servizio mirato in ambito antidroga, durante il quale è stato tratto in arresto, in flagranza di reato un 18enne, per aver ceduto e detenuto col fine di un seguente spaccio, diverso quantitativo di sostanze stupefacenti. Al termine di una prolungata attività di osservazione, portata avanti nel villaggio periferico di Santa Margherita, originata da strani movimenti che gli appartenenti alla Benemerita stavano controllando da giorni in quella zona, i carabinieri hanno per l’appunto notato il ragazzo che avvicinava alcuni soggetti, che ad un successivo riscontro sono risultati essere minori di età, porgendo loro uno strano involucro.

E’ partito con immediatezza, l’intervento degli operanti, con tempestività riuscivano a “congelare” la situazione, immobilizzando e bloccando il pusher, malgrado il suo tentativo di darsi alla fuga liberandosi della merce. Dopo una accurata perquisizione personale, il ragazzo è stato trovato in possesso di più di 30 dosi di marijuana già pronta alla spaccio, contenuta in involucri di cellophane abilmente nascosti sulla sua persona, dal contenuto complessivo di 50 grammi di “erba”.

La sostanza stupefacente, è stata sottoposta interamente a sequestro, mentre per l’arrestato secondo quanto disposto nel corso del processo per direttissima si è dato corso alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, sperando che questa vicenda possa servire da lezione, riportando sulla giusta strada un giovane che prima d’ora non aveva mai avuto problemi con la legge.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO