La dottoressa Francesca Ferrandino, prefetto di Messina, ha disposto nel corso della sua attività di questi mesi, la definitiva chiusura del Centro di prima accoglienza che già dal 2013 è allocato all’ex Campo di baseball dell’Università, di contrada Conca d’oro all’Annunziata. Nelle prossime settimane, la struttura che in atto ospita cittadini migranti giunti nella nostra città in occasione dei vari sbarchi verificatisi al Molo Marconi, conoscerà il suo epilogo finale.

La massima responsabile della prefettura peloritana, si è determinata in tal senso, dal momento che il Centro è stato di continuo fatto oggetto per le condizioni poco dignitose nelle quali vivono gli ospiti, avendo riscontrato: sovraffollamento, una presenza media spesso eccedente il tempo dettato dalla legge, ovvero 15-20 giorni, rispetto alle usuali 72 ore e allagamenti in concomitanza delle precipitazioni atmosferiche.

Da un servizio giornalistico, della testata: “Stampa Libera” diretta da Enrico Di Giacomo, si è potuto evincere, che da diverse settimane vi era la presenza di circa 90 minori stranieri non accompagnati (i quali per il loro status legato all’età sarebbero dovuti essere in un luogo di accoglienza appropriato) e anche alcune donne.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO