La Giunta Accorinti, ha raggiunto un importante traguardo, chiudendo l’anno in corso con l’approvazione dello schema di bilancio preventivo 2017/18/19. Si tratta, di un risultato significativo, a coronamento e definizione del grande sforzo compiuto per riallineare alla normalità la gestione finanziaria del comune di Messina. È il quarto bilancio dal mese di maggio (oltre alla riedizione del piano di riequilibrio), che viene predisposto e proposto al Consiglio Comunale che ad inizio mese ha approvato il previsionale 2016. Con questo atto, la città di Messina entra di diritto a far parte del gruppo dei comuni virtuosi.

Approvare gli strumenti di programmazione nei tempi corretti, garantisce infatti una efficiente gestione degli enti locali e consente una migliore erogazione dei servizi ai cittadini. Disporre del bilancio nei tempi ordinari, consente di dare certezza ai processi di pianificazione e programmazione nei diversi settori e agli uffici di lavorare con tempi congrui per la preparazione e la valutazione degli atti per la città.

Questo risultato unitamente al dato che oggi la cassa del Comune di Messina è nuovamente in attivo (per circa 16 mln di €) e in linea con i pagamenti, lo fa divenire una misura attraverso la quale, poter toccare con mano il lavoro svolto da tutta l’Amministrazione e dall’assessore al Bilancio Luca Eller in particolare, nell’ultimo anno. Tali risultati sono stati possibili, grazie a tutti gli uffici che hanno lavorato con grande impegno per predisporre e seguire l’iter approvativo di ben 3 bilanci oltre quello varato ieri sera, al supporto formativo del Centro Studi Enti Locali e agli investimenti fatti dall’Amministrazione per dotare il Comune di adeguati strumenti informatici.

Dopo gli esiti degli ultimi giorni: stabilizzazione di 147 precari, finanziamento per le periferie per 18 mln, approvazione della transazione BNL, nuovi bandi per la riqualificazione dei servizi sociali e il welfare locale, l’approvazione in giunta dello schema di bilancio 2017/18/19 rappresenta il botto finale per l’augurio di un 2017, volto all’auspicio di poter raccogliere pienamente i frutti del lavoro fatto in questi anni per tutta la città.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO