Piccole ondate di degrado urbano, si riversano sulla Villetta sita presso l’Istituto Ancelle Riparatrici di Pistunina, un colpo d’occhio, forse una svista, per un piccolo spazio di polmone verde, che fino a poco tempo fa – dopo le molteplici segnalazioni dal lontano 2010, aveva visto un importante rinascita nella propria cura, a reale “verde pubblico attrezzato”, come indicato dal cartello.

Oggi, tristemente, la storia torna a ripetersi: la folta vegetazione, sommata all’immondizia sparsa al proprio interno, sono il sinonimo di disamore da parte dei soliti incivili, sommate all’abbandono ormai evidente.

Ma poco distante dalla stessa, a Tremestieri, un altro piccolo spazio ricreativo per famiglie e bambini, risulta momentaneamente dismesso, con le attrezzature ludiche, vivacemente usurpate dall’incuria vigente, circondate da panchine in disuso per i genitori, e l’intero arredo compromesso, dove anche nel periodo natalizio, con il clima temperato, questo bel progetto ricreativo, permetteva un importante punto d’incontro e di svago per i più piccoli.

La realizzazione purtroppo soppressa di tali aree urbane, rende ancora più difficile, quella sottile linea di rispetto con l’ambiente circostante, che via via, rischia di venir spazzato palesemente, da una triste fotografia di giungla periferica, nonchè disaffezione della Cosa Pubblica.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO