Questa mattina, nuovo appuntamento per cercare di dirimere la spinosa vicenda della Scuola Giacomo Leopardi di Minissale. Nell’Aula del Consiglio Comunale di Messina, a Palazzo Zanca, presenti: i genitori, gli alunni, il sindaco Renato Accorinti, l’assessore alle Politiche Scolastiche Daniela Ursino ed il consigliere Santi Daniele Zuccarello.

Zuccarello, descrive l’incontro così: “in una Aula apparentemente vuota, ma piena di genitori, alunni e del sottoscritto (unico politico presente) si è tenuto un ennesimo incontro per quanto riguarda la Scuola Giacomo Leopardi. Oggi, giornata di festa, eravamo nella Sede consiliare, io, il sindaco l’assessore alla Cultura ed i rappresentanti della Scuola”.

Il consigliere, sottolinea: “oggi il sindaco è venuto con una novità (dopo le grandi pressioni di questi giorni, caratterizzati da 72 momenti pesanti ed altrettanti incontri fra le parti: Amministrazione, consiglieri e referenti della Scuola), con una fumata cosiddetta grigia rispetto a ieri, ovvero il primo cittadino emetterà l’ordinanza di riapertura del plesso per lunedì, trascorsi cinque giorni da questa data la prossima settimana l’ingegnere Caliò di Catania redigerà una perizia che si spera sia positiva”.

Santi Zuccarello, chiosa: “con la riapertura temporanea della Giacomo Leopardi, sarà possibile nell’attesa, ultimare i lavori di adeguamento dell’ex Corelli (al Cpl S.I.T.A.T. di via Bonino), gli studenti però torneranno in questi giorni a frequentare le aule scolastiche non per seguire attività didattica ma ludica”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO