L’uomo 65enne, ricoverato al Reparto Malattie Infettive, del Policlinico Universitario di Messina, è morto durante la mattinata odierna. Era giunto al nosocomio peloritano, per le sue condizioni di salute, dal momento che lo aveva colpito una meningite. Durante la scorsa notte, il suo stato fisico si è aggravato precipitando e divenendo molto serio. A dire il vero, la sua situazione clinica, era già di per se molto grave, dal momento che fin dal suo ingresso nella struttura assistenziale è stata caratterizzata da uno stato di coma.

L’episodio di Messina, come del resto evidenzia il personale medico, rappresentato dal primario dell’Unità Operativa di infettivologia dottor Giuseppe Nunnari, non farebbe preoccupare più di tanto, circa eventuali pericoli per la popolazione, in quanto l’affezione che ha interessato la vittima sarebbe stata quella legata alla meningite da pneumococco, non da meningococco. E’ possibile dunque, escludere nella fattispecie accaduta, il rischio di contagio.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO