Il nuovo presule dell’Arcidiocesi di Messina, monsignor Giovanni Accolla, questa mattina si è recato in visita prima al Consiglio Comunale, accompagnato dalla presidente Emilia Barrile, successivamente ha incontrato il sindaco Renato Accorinti. Vi è stato così modo, di poter instaurare, un primo contatto del tutto informale con un nutrito numero di consiglieri comunali, in quel momento riuniti in Commissione Bilancio. In tale circostanza infatti, sono stati avviati i lavori (alla presenza anche dell’assessore Daniele Ialacqua) riguardanti la nuova società per la gestione dei rifiuti, “Messinaservizi Bene Comune”.

L’arcivescovo, ha avuto modo di dire che: “vi dico, grazie. E poi, ieri ho visitato due minuti appena (ed invece di portare un dono l’ho ricevuto perchè mi hanno fatto assaggiare un pò di pandoro) il Centro Casa di Vincenzo. Ho visto che c’erano dei volontari, una ventina di posti letto. Questo è bello, quando si superano tutte le barriere, si affrontano i problemi. Perchè tante volte, ci si schiera dietro le visioni di natura ideologica ed i problemi restano problemi. Se invece, ci si rende liberi, sgombri da tutti i pregiudizi religiosi o ideologici e si guardano i problemi concretamente, si possono dare risposte alle persone”.

Termina, il principale rappresentante della Chiesa messinese affermando: “la gente, è un termine molto vago. Alle persone, significa uno per uno. Cerchiamo, di lavorare bene insieme, ognuno, nella sua parte, io nell’animazione spirituale, nell’impegno concreto e voi nella pubblica amministrazione”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO