Il senatore di Alleanza Popolare, Bruno Mancuso, interviene sul dibattito instauratosi, al fine di decidere se costruire o meno lo scalo aeroportuale nel comprensorio del Mela, ed in proposito afferma: “l’occasione offerta dalla proposta di investimenti cospicui di capitali sul nostro territorio provinciale da parte di un gruppo industriale indiano, va valutata con grande attenzione. Tale iniziativa costituirebbe una netta inversione di tendenza rispetto al ricorso agli interventi pubblici enfatizzati, oltremodo, anche nei recenti Patto per la Sicilia e Patto per la Città Metropolitana di Messina”.

“L’irrinunciabile risanamento della spesa pubblica, derivato dalla crisi finanziaria ed economica strutturale, va correlato necessariamente alla capacità di intercettare investimenti privati, che mirino ad essere impiegati in progetti strategici, come potrebbe essere quello presentato. Anche se, per non suscitare facili entusiasmi, stando a quanto è stato fino ad ora pubblicizzato, mi sembra non si possa parlare di un nuovo aeroporto per voli nazionali ed internazionali (come è stato opportunamente sottolineato dal Presidente dell’Enac Vito Riggio, che ha messo in evidenza come si stia procedendo ad una razionalizzazione degli aeroporti esistenti in Italia), ma di un’avio superficie per voli cargo, e quindi collegata ad un più ampio sistema logistico ed infrastrutturale e per voli charter a fini turistici”.

Mancuso, a tal proposito conclude: “sarebbe opportuno definire meglio la localizzazione, di intesa con le realtà territoriali interessate, valutando appieno la sostenibilità ambientale di tale opera, che, per le sue finalità, dovrà comunque essere collegata con assi viari ed autostradali, infrastrutture portuali esistenti e in fase di realizzazione, ed essere al servizio delle realtà produttive locali. Ritengo quindi necessario un confronto più ampio articolato ed approfondito, quale una Conferenza di Servizi con tutti gli enti competenti per il rilascio delle autorizzazioni e valutazioni, in cui chiarire il quadro di insieme della iniziativa privata, il piano industriale, gli aspetti progettuali e lo stato dell’arte degli stessi e tutti gli altri passaggi procedurali necessari per la realizzazioni di una iniziativa imprenditoriale che potrebbe avere importanti riscontri sul piano economico ed occupazionale”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO