Una donna di 40 anni, ha chiamato i carabinieri (i quali sono intervenuti dopo la sua richiesta) al 112 per informare che il compagno l’aveva da poco picchiata.

I militari della Stazione di Boretto (Reggio Emilia), sono giunti nell’abitazione, la vittima ha mostrato loro i segni provocati dai colpi infertigli (dal partner) con un manico di scopa, ovvero: lividi nell’avambraccio destro, ma anche sul collo.

La 40enne, ha però precisato agli appartenenti alla Benemerita, di non voler sporgere alcuna denuncia, dicendo: “perchè lo amo”.

Così i componenti dell’Arma, allertati, hanno proceduto ugualmente d’ufficio con l’ipotesi aggravante di aver utilizzato un corpo contundente per infierire sulla congiunta. Dunque, l’autore di questi gravi fatti, un uomo 46enne della bassa reggiana è stato denunciato per lesioni personali aggravate. Le Forze dell’Ordine ora, intendono verificare se questo episodio come sostenuto dalla donna sia isolato o invece si possa ipotizzare il reato di maltrattamenti in famiglia.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO