ACT, un Movimento di liberi cittadini, dopo l’appuntamento odierno in piazza Unione europea, a sostegno del sindaco di Messina Renato Accorinti, ha diffuso una nota nella quale evidenzia: “dopo decenni di soprusi e malgoverno, tre anni e mezzo fa la città di Messina ha deciso di ribellarsi eleggendo come suo sindaco un uomo libero da logiche clientelari e condizionamenti dall’alto. Un uomo che promise di combattere i poteri che avevano asservito la politica e la popolazione locale a scopi personali, di dare finalmente a Messina degli orizzonti di “concrete utopie”.

“Nonostante le difficoltà che l’amministrazione quotidiana comporta ai tempi dell’austerità, Renato Accorinti ha lavorato e lavora per costruire avanzamenti nella qualità della vita, coscienza civica e partecipazione: unici strumenti, questi, per mantenere collettivamente le promesse elettorali. E oggi, proprio per questo, il malgoverno bipartisan di centrodestra e centrosinistra sta cercando di liberarsi del sindaco eletto con una mozione di sfiducia dettata molto dall’opportunismo e ben poco da effettive questioni politiche”.

Da ACT, terminano sottolineando: “desideriamo esprimere piena e attiva solidarietà al movimento Cambiamo Messina dal Basso, al sindaco Accorinti e alla sua giunta. L’esperienza messinese è, nel desolante panorama politico italiano, una vera anomalia, una rara espressione di governo vicino ai bisogni dei cittadini e schierato dalla parte degli ultimi. Non saranno le accuse di ceti politici impresentabili a definire il valore di un uomo e di un percorso collettivo che ha sempre lottato per combattere contro le disuguaglianze, le ingiustizie e i soprusi, per i diritti e per costruire concretamente l’alternativa. Noi sappiamo da che parte stare”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO