Torna nei consueti orari di programmazione, Malalingua, la trasmissione condotta dal giornalista Emilio Pintaldi, su Tcf, dalla redazione del programma scrivono: “il destino di quelli che partono dal basso nelle mani di quelli che c’erano prima. Saranno i genovesiani a decidere se staccare la spina all’Amministrazione del sindaco Renato Accorinti. Sembra che la decisione dei consiglieri forzisti che fanno riferimento a Francantonio Genovese, sarà presa lunedì e che il voto sulla mozione venga fissato invece per il 15 febbraio. Lunedì, ci sarà anche la riunione del centrosinistra che dovrebbe portare a trovare unità di intenti su mozione ed eventuale metodi per la ricerca di un candidato”.

Mentre questa mozione svogliatamente va avanti il primo a sfiduciare Accorinti è stato uno della sua giunta: “Luca Eller Vainicher, esponente Pd ad insaputa del Pd messinese, che venendo meno al suo fare composto iniziale, sta tirando fuori un ritratto inedito dell’esecutivo e dello stesso sindaco. Sarebbe stato più volte invitato ad andar via quando provava ad indicare strade diverse da quelle scelte dalla parte più ultrà dell’esecutivo. I supporter del sindaco non gli danno retta e ritengono che la sua uscita faccia parte del piano messo in atto per mandare a casa il primo cittadino”.

Per concludere: “Questione di fiducia è il titolo della nuova puntata di Malalingua che andrà in onda venerdì 3 febbraio alle 20.30 su Tcf canale 113 del digitale (e per i telespettatori di tutto il Mondo, Sesto Fiorentino compreso, in streaming su Tcftv.it), negli usuali spazi, anche in replica. In studio Luca Eller Vainicher, lo sfiduciato che sfiducia, l’assessore comunale all’Ambiente Daniele Ialacqua, la consigliera comunale di Cmdb Ivana Risitano, il portavoce del movimento Indietrononsitorna Rosario D’Anna, l’ex candidato alla poltrona di sindaco Felice Calabrò, esponente del PD, il responsabile del tesseramento del Pd Alessandro Russo, la presidente del consiglio, la forzista Emilia Barrile”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO