Saro Visicaro, che come il sindaco di Messina Renato Accorinti ed altri, ha una storia personale di battaglie civiche, interviene sulla proposta di Fratelli d’Italia, che di fatto sancisce un voto contrario alla mozione di sfiducia al rimo cittadino, in un post su facebook, scrive: “il gruppetto consiliare dei Fratelli d’Italia offre al sindaco Accorinti l’idea di -un governo tecnico- per completare il suo mandato. Ovviamente per il bene della città. Quale debba essere il -bene- non viene chiarito. Il -bene comune- sbandierato dagli -onesti- o quello spartitorio di sempre?”.

“Banalità. Appunto. La reiterata volontà di cancellare la Politica come strumento di dialogo, di confronto e scontro se necessario e rifugiarsi invece nel paravento -tecnico-. Una nuova giunta che sia espressione, -della parte professionale migliore- e che sia condivisa da tutto il consiglio comunale. Una sorta di, -chiu pilu pi tutti-. Elaborazione certo impegnativa dei Fratelli d’Italia. Gruppo consigliare e politico responsabile ed attivo. Oltre che propositivo”.

Visicaro, conclude evidenziando: “magari propositivo di banalità ma pur sempre propositivo. Bisognerebbe studiare il significato vero, se ce ne fosse uno, di una proposta -politica- così indecente. Ma il non senso, è la caratteristica principale del vuoto politico di questa stagione. E i frutti di questo vuoto e di questa povertà di analisi, sono sotto gli occhi di tutti”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO