Giovanni Ardizzone, presidente dell’Ars: “Giletti ritorna per l’ennesima volta ad attaccare la Sicilia”

ED ANCHE L'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA

0
1368

L’odierna puntata dell’Arena di Massimo Giletti, su Rai Uno, è stata una ulteriore occasione per creare un vespaio di polemiche sulla nostra regione, ovvero, sulla struttura politica rappresentata dall’Assemblea Regionale Siciliana. Ospiti in studio del conduttore, sono stati il capogruppo di Forza Italia Marco Falcone e collegato da Catania il presidente di Riscossione Sicilia S.p.a., l’avvocato Antonio Fiumefreddo. Tema del dibattito la situazione della partecipata che si occupa della riscossione delle tasse ed i vitalizi di alcuni ex parlamentari di Sala d’Ercole.

Si è analizzato ad esempio, il caso del repubblicano Biagio Susinni, che dopo essere stato tra gli scranni di piazza del Parlamento, per otto anni ha versato 80 mila euro a fronte di un vitalizio già introitato di 600 mila euro, come spiegato dal’anchormen.

Falcone, ha spiegato: “per ben tre volte ho presentato proposte di legge per la riduzione dei vitalizzi, ma in tutte le circostanze, non vi è stata alcuna considerazione per le stesse iniziative. L’Assemblea, nel 2015 ha impegnato la presidenza a rivedere i vitalizi, ma l’Ufficio che raggruppa le cariche elettive di vertice, non ha fatto ancora nulla”.

Susinni invece, da par suo: “la legge, mi garantisce questa indennità, ma sarebbe ipocrita dire che non mi sento in colpa”.

Tutte queste battute, hanno provocato la reazione del presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, che ha specificato: “l’Arena di Giletti ritorna per l’ennesima volta ad attaccare la Sicilia e l’Assemblea Regionale Siciliana con un’informazione faziosa. Si presta al gioco di massacrare la Sicilia, il capogruppo di F.I. all’A.R.S. con affermazioni giuridicamente inesistenti che sgomentano sul piano dell’onestà intellettuale. Capisco che vi sono partiti che, in vista delle elezioni, tentano di rifarsi una verginità politica e morale, ma almeno lascino in pace la Sicilia”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO