Il 28 marzo a Messina: “Una storia semplice di Giuseppe Garau”

LA MARCIA DI ANNA RITA SIDOTI RACCONTATA IN UN DOCUMENTARIO

0
588

Il prossimo 28 marzo a Messina, presso il Cinema Lux di largo Seggiola, verrà propiettato il documentario dal titolo: “Una storia semplice”, l’opera di Giuseppe Garau, della quale è autore Goffredo d’Onofrio.

Anna Rita Sidoti, era una: campionessa, atleta, marciatrice e donna a tutto tondo. Per gli altri è stata un vero e esempio. Un simbolo per tutti, ma anche in modo ambivalente patrimonio della propria famiglia. -Una storia semplice-, racconta le sue gesta nell’ambito sportivo e non solo, a vari livelli, in Italia ed in Europa. Colei, che malgrado quel suo essere minuta, conquistava tutti in pista e fuori.

La marcia quella disciplina sportiva che lei praticava, diventa proprio quel filo conduttore che tingendosi di rosso, unisce questo documentario al modo di vivere la vita nella nostra regione. Una descrizione, passo dopo passo fra le soddisfazioni della vita privata, professionale e sportiva. Alla proiezione, oltre a diversi amici che hanno avuto modo di conoscere la famosa marciatrice di Gioiosa Marea, saranno presenti il regista e l’autore.

Anna Rita, nacque a Gioiosa Marea in provincia di Messina, i suoi primi passi sportivi li compì allenata sempre da Salvatorino Coletta. La nazionale di atletica leggera, la vide tra i suoi ranghi per 47 volte, nel 1997 ad Atene (ai modiali) riuscì a piazzarsi in vetta, vincendo la medaglia d’oro nei 10.000 metri di marcia. Un anno dopo (nel 1998), si impegnò anche nel Cinema, infatti girò il film “Le complici” per la regia di Emanuela Piovano, nella circostanza interpretava il ruolo di una ragazza da marciapiede.

La sua vita, dopo cinque anni di sofferenze dovute ad un tumore al seno (in fase terminale), si concluse il 21 maggio 2015, all’età di 46 anni. Lasciò in un comprensibile dolore, il marito ed i tre figli.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO