Comune di Messina: nulla di fatto, per l’elezione dei due vice presidenti

LA SEDUTA RINVIATA DI 24 ORE

0
528

Una seduta di Consiglio Comunale a Palazzo Zanca, durata 5 ore (a piu’ riprese, con due interruzioni), a partire 13.30. Primo punto, all’ordine del giorno, l’elezione dei vice presidenti, a seguito delle dimissioni dei due che in precedenza componevano con la presidente Emilia Barrile, l’Ufficio di Presidenza, vale a dire: Nino Interdonato e Nicola Crisafi.

Al termine dei lavori d’Aula, il risultato, non si e’ discostato, da quello che preliminarmente sin dall’inizio poteva immaginarsi, ovvero un nulla di fatto con la mancanza del numero legale, questo dopo qualche minuto dalle 13.30, ha determinato la presidente a rinviare l’appuntamento di un’ora.

Quando pero’, il problema si e’ riproposto cinque ore piu’ tardi la massima esponente politica consiliare, ha deciso di rinviare tutto al giorno successivo, ovvero mercoledi 1 marzo.

Nel corso di questo appuntamento consiliare, Nino Interdonato (Sicilia Futura) e Nino Carreri (DR), hanno posto l’accento sull’opportunita’, di procedere (prima di eleggere i rappresentanti delle due vice presidenze), alla discussione della decadenza riguardante la consigliera Donatella Sindoni, chiedendone l’immissione fra gli atti da discutere.

Durante la riunione tra i capigruppo al tavolo della presidenza, convocata alle 17.10, invece, si e’ stabilito di proseguire con la nomina dei vice di Emilia Barrile, il che allo stato dei fatti rende pienamente legittima la presenza della Sindoni in Consiglio, come tutti i suoi colkeghi.

Difatti, la dottoressa Sindoni e’ stata fra i candidati a ricoprire una delle due cariche, riportando 5 preferenze, 7 voti li ha conseguiti Pippo De Leo, mentre i maggiori consensi (18), sono andati a Pierluigi Parisi di Forza Italia.

Questo, a conclusione di due votazioni in occasione delle quali e’ mancato un numero congruo per determinare la validita’ degli atti

Appuntamento dunque, tra qualche ora, con il nuovo giorno, sperando che le cose vadano diversamente, soprattutto per la vita dei cittadini messinesi, che come sottolineato dal consigliere centrista Libero Gioveni, sono alle prese che le incertezze sulla Tari 2015.

Adesso, vi lasciamo alla visione, di uno stralcio della seduta.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO