Messina: un nuovo sbarco di cittadini migranti, al “Molo Marconi”

ARRIVATI IN 246 A BORDO DELLA NAVE FIORILLO

0
302

Sono stati tratti in salvo, in tutto, circa 1.264 migranti, in operazioni di soccorso avvenute nelle scorse ore nel Mediterraneo centrale.

Dopo l’assistenza immediata, messa in atto dalla Guardia Costiera e dalle Organizzazioni non governative che operano congiuntamente nella zona, tre navi (Acquarius, Fiorillo Siem Pilot), hanno intrapreso la loro marcia verso la Sicilia, effettuando gli scali a: Pozzallo, Catania e Messina.

A Pozzallo, sono arrivati in 515 dalla nave Acquarius, nel capoluogo etneo dal natante Siem Pilot in 505 hanno toccato terra, mentre al “Molo Marconi”, del Porto peloritano ne sono stati accolti 246, che si trovavano a bordo dell’unità navale ” Fiorillo”.

Coloro i quali intraprendono questi viaggi, che spesso non vedono la fine se non con svariati salvataggi nel Canale di Sicilia, sfidano la sorte, rischiando in taluni casi la morte.

Al loro arrivo a Messina, hanno ricevuto accoglienza ed assistenza da parte dei responsabili delle varie associazioni ed istituzioni presenti.

La Croce Rossa Italiana, unitamente al personale medico dell’Asp 5 ha effettuato la prevista profilassi sanitaria. L’Ufficio immigrazioni della Questura e la Polizia Scientifica, hanno condotto i protocolli riguardanti il fotosegnalamento.

Le restanti Forze dell’Ordine, hanno garantito la sicurezza dei luoghi a Mare (Guardia Costiera) ed a terra (Carabinieri). Al termine delle identificazioni, i nuovi cittadini sbarcati, sono stati trasferiti nei centri di accoglienza, che dopo una ricognizione adeguata hanno garantito di potersene fare carico.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO