Fiumefreddo di Sicilia (CT): i carabinieri, arrestano un 31enne

PER ATTI PERSECUTORI, RAPINA, VIOLENZA E RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE

0
370

Sono intervenuti in questa circostanza, i militari della Benemerita, che in un comunicato scrivono: “un muratore 31enne di Scaletta Zanclea è stato arrestato a Fiumefreddo di Sicilia (CT) dai carabinieri della Compagnia di Giarre per atti persecutori, rapina, violenza e resistenza a pubblico ufficiale”.

“Il giovane è stato bloccato nella notte di sabato perché accusato di aver picchiato selvaggiamente la sua fidanzata, una commessa sua coetanea residente a Fiumefreddo, mentre entrambi si trovavano in strada, in piena notte”.

Il 31enne, è stato assalito da un raptus di gelosia che dopo un’accesa discussione è sfociato in violenza. Secondo la ricostruzione effettuata con dovizia di particolari dagli uomini in divisa, la donna è stata colpita con calci e pugni, in conseguenza dei quali ha subito un trauma cranico-facciale, uno più leggero ad una mano ed escoriazioni al naso. Oltre agli insulti e alle percosse che l’uomo ha indirizzato alla ragazza, alla vittima è stato sottratto il telefono cellulare”.

Per finire, si specifica: “sul luogo dell’aggressione, allertati da alcuni residenti della zona, sono giunti i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile e alla vista dei militari il giovane scalettese si è scagliato contro di loro ma dopo una breve colluttazione è stato arrestato in flagranza di reato. Il muratore, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato ristretto agli arresti domiciliari a Scaletta Zanclea”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO