Sui migranti: per Luciana Verdiglione (Noi Con Salvini – ME), ci sarebbero 560 situazioni con soggetti malati

MA IN REALTA', SONO STATI SOLO 2 I CASI ACCERTATI DI TUBERCOLOSI

0
174
luciana-verdiglione

Luciana Verdiglione, coordinatrice per Messina di “NCS” in conferenza stampa al Palacultura, alla presenza dell’onorevole Matteo Sslvini avrebbe riferito che vi sarebbero 560 casi di malati fra i migranti. In verita’, ci sono stati solo due episodi nei quali a due cittadini si e’ riscontrata la tubercolosi.

In particolare, la Verdiglione avrebbe detto: “su una nsve sono in ottocento. Il 70% di loro, poveri immigrati sono colpiti da tubercolosi”

E poi la Verdiglione, avrebbe aggiunto: “oltre alla tubercolosi, anche scabbia e pidocchi”.

Ma questi dati, sono stati immediatamente smentiti dal responsabile sanitario, quando avvengono gli sbarchi, che dal 2014 e’ il punto di riferimento (ovvero dal momento in cui la Regione Siciliana istitui il Piano di contingenza ssnitario), il dottor Vincenzo Picciolo, che afferma: “su oltre mille sbarcati, abbiamo registrato solo due casi accertati di tubercolosi e pochissimi di scabbia. L’unico dato reale, e’ questo. Nessun’altra malattia significativa, e’ stata a noi evidente”.

“Picciolo, prosegue sottolineando che: “i due cittadini malati, sono in regime di ricovero presso il Papardo ed il Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto.

Ancora ed andando a concludere, il medico specifica: “si e’ trattato, di un approdo non particolarmente dufficile, ma deve considerarsi che chi arriva giunge da noi dopo viaggi dalla durata di mesi, questo gli arreca spossamenti, disidratazione e traumi da viaggio. Non potrebbero avere serie patologie, perche’ ne morirebbero prima se ne fossero affetti e qualora stiano male la quarantena avverrebbe in modo naturale. Inoltre, la probabilita’ di contagio e’ pari a zero”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO