Alessio Calderone (Saponara – ME): “Sul Cimitero, una gestione discutibile”

QUESTO LUOGO, E' UNA DELLE TANTE PRIORITA'

0
189

Da Saponara (ME), il Consigliere Comunale Alessio Calderone torna a parlare di abbandono delle strutture comunali e lo fa puntando l’indice sul cimitero.

Calderone, prosegue: “oggi il cimitero è trascurato, lasciato al libero arbitrio di frequentatori che in assenza di regole lo rendono poco accogliente e confacente a un luogo di preghiera. Foglie secche e bidoncini per trasportare l’acqua abbandonati in ogni angolo, fioriere nei viali con fiori appassiti, corone e cuscini secchi appoggiati addosso ai loculi, insomma un cimitero non proprio curato, anche perché ormai da anni non c’è più un custode e quindi perennemente accessibile anche di notte senza alcun tipo di controllo”.

“Infatti in questi anni vi sono stati diversi furti di portafiori, in più afferma Calderone non esiste alcuna manutenzione visto che ci sono loculi e cappelle pericolanti a rischio di crollo, mettendo a repentaglio l’incolumità dei visitatori. Ad oggi il Cimitero di Saponara non dispone di servizi igienici funzionanti, perennemente chiusi al pubblico”.

Calderone si chiede: “quale destino hanno i soldi derivanti dalla concessione dei loculi? Come mai non vengono utilizzati per interventi di messa in sicurezza del Cimitero e per l’abbattimento delle barriere architettoniche a tutt’oggi presenti? Calderone invita l’Amministrazione comunale a prevedere un programma urgente per risolvere tutte le problematiche. La manutenzione ordinaria del Cimitero viene pagata con soldi dei cittadini, e a loro bisogna corrispondere un servizio efficiente”.

Anche la gestione dell’assegnazione loculi è discutibile, secondo Calderone è incomprensibile non considerare i defunti tutti uguali: “non posso accettare la diversificazione economica per fila dei loculi, andavano assegnati secondo il giovane consigliere, tutti con lo stesso importo ed utilizzando esclusivamente il criterio cronologico di morte utile per l’assegnazione. Un’altra incomprensibile scelta in contraddizione con il Regolamento Cimiteriale è la mancanza dell’attività di estumulazione e l’esumazione delle salme giacenti da oltre cento anni, per le quali sono scadute le concessioni dei loculi, priorità per fare spazio per la costruzione di nuovi spazi, perché è impensabile ingrandire all’infinito il Cimitero”.

“La gestione del Cimitero da parte dell’Amministrazione Comunale è discutibile ed approssimativa, perché non esiste un piano di interventi, basti pensare che degli 80 loculi oggi in costruzione più del 50% sono già impegnati dalle salme presenti nella struttura provvisoria, piuttosto che sperperare i fondi TERNA con il rifacimento della piazza a Saponara Centro o la bitumazione di alcune strade, tipici interventi pre-elettorali, andavano effettuati interventi mirati alla sicurezza e alle necessità del territorio”.

“Il Cimitero è una delle tante priorità, bisognava impegnare le risorse disponibili o partecipare a bandi regionali, nazionali e comunitari per ottenere finanziamenti utili all’ingrandimento nonché al miglioramento della struttura cimiteriale, alla costruzione della Camera Mortuaria attrezzata, oggi assente ingiustificata dato che per la normativa vigente risulta indispensabile all’interno del recinto cimiteriale”.

“Per finire, l’Amministrazione uscente, prosegue nell’incomprensibile incapacità e non vorrei pensare ad altro, che si protrae da oltre cinquanta anni con numerose sindacature, di non costruire nelle zone adiacenti il Cimitero un’area di parcheggio pertinenziale, per dare decoro a tutta la zona cosiddetta -di rispetto-“.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO