Palazzo Zanca: confronto in Commissione ambiente, su “Messinaservizi Bene Comune”

E' STATA UNA IMPORTANTE OCCASIONE, PER FARE IL PUNTO SULL'INCENDIO ALLA DISCARICA DI PACE

0
179

Questa mattina, in Commissione Ambiente (presieduta dalla consigliera Cecilia Caccamo), si è discusso sia della nuova “Messinaservizi Bene Comune”, che del recente incendio alla discarica di Pace.

Sul secondo argomento, l’assessore all’Igiene Cittadina della Giunta Accorinti, non ha nascosto come possa essere molto probabile, la natura dolosa del rogo, il che da la conferma che “Messinambiente”, l’attuale Ente gestore del ciclo dei rifiuti in città sia un soggetto che va ormai superato ed è peraltro sulla via del tramonto, ciò malgrado l’impegno profuso dal commissario Liquidatore Giovanni Calabrò.

La nuova Società che a partire da luglio, dovrebbe farsi carico della gestione riguardante la raccolta dei rifiuti solidi urbani, la “Messinaservizi Bene Comune”, in questa fase sembra avvolta da una coltre di mistero. La sua esistenza daltronde, non può non prescindere da un taglio netto con il passato, altrimenti si correrebbe il rischio che possa diventare un semplice clone dell’attuale compagine societaria di via Dogali.

Tra l’assessore Ialacqua e il commissario Calabrò, sul tema, sembra esserci una certa distanza, che si tenta di mascherare con rapporti formalmente improntanti alla benevolenza.

Nel pomeriggio poi, si sarebbe dovuta tenere una seduta del Consiglio comunale, che avrebbe dovuto votare 12 emendamenti presentati verso l’atto di affidamento dei servizi ed al contratto di servizio, ma la caduta del numero legale ha impedito il regolare svolgimento dei lavori.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO