Per Gianpiero D’Alia: “Si alla fusione tra Anas e Cas”

NASCERÀ', UNA SOCIETÀ IN GRADO DI INVESTIRE PER SVILUPPO SICILIA

0
337

Per il parlamentare nazionale Gianpiero D’Alia: “con la fusione tra Anas e Cas, nascerà una Società in grado di investire per lo sviluppo in Sicilia. È importantissimo, avere una progettualità ordinata, mirata e evitando gli sprechi delle opere faraoniche, e spesso rimaste incomplete, per le quali la nostra Isola non si è mai sviluppata completamente, incapace di tenere il passo con il resto del sistema infrastrutturale nazionale”.

Così il presidente della Commissione bicamerale per le questioni regionali, Gianpiero D’Alia, il quale è intervenuto al convegno “Il futuro della Sicilia Infrastrutture, territorio e mobilità organizzato al Palacultura di Messina dalla Fondazione “Costruiamo il futuro”.

Per l’esponente centrista però, a questo si deve aggiungere “un importante programma di sviluppo della rete ferroviaria siciliana come Rfi non ha fatto fino adesso”. Il presidente ha anche ricordato che “grazie al Patto per la Sicilia nell’area metropolitana di Messina arriveranno risorse che il nostro territorio non ha mai avuto e che avrebbero potuto evitare un dissesto del territorio per il quale Messina ha pagato un prezzo alto anche in termini di vite: il ricordo va alle vittime dell’alluvione del 2009 e a quelle delle disgrazie successive sul versante tirrenico”.

D’Alia, infine, avverte: “Non possiamo perdere questa grandissima opportunità, perciò è importante avere un’amministrazione che sia in grado di ‘intendere e volere’ un futuro che può fare sviluppare la città e il comprensorio in senso moderno, produttivo ed europeo”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO