Il Ministro Lorenzin a Messina

NASCITA DEL REGISTRO REGIONALE PER LA SCLEROSI MULTIPLA

0
458
beatrice-lorenzin

Tratto da www.blogsicilia.it

Sarà il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, a sancire la nascita del Registro Regionale per la sclerosi multipla, strumento fondamentale che raccoglierà i dati di tutti i pazienti affetti da sclerosi multipla seguiti nei diversi centri con finalità epidemiologiche, di sanità pubblica e di ricerca volta a migliorare le conoscenze sulle cause e sui trattamenti della malattia.

Il registro sarà firmato lunedì prossimo a Messina dall’assessore regionale alla salute, Baldo Gucciardi, e dal presidente nazionale della Fism, Federazione italiana sclerosi multipla, Mario Alberto Battaglia. Un momento unico per le oltre 113 mila persone con sclerosi multipla in Italia, e le oltre 9 mila in Sicilia, perché i dati del registro saranno utili per promuovere l’equità di accesso alle cure confrontando le pratiche assistenziali dei diversi centri, e per valutare politiche assistenziali di carattere nazionale e locale.

Lunedì 15, il ministro Lorenzin arriverà alle 11.45, all’ospedale Piemonte, per la visita al pronto soccorso, Obi e reparto di Stroke Unit e l’inaugurazione del nuovo reparto per la riabilitazione cardiovascolare.

Il ministro e l’assessore Gucciardi incontreranno i giornalisti in conferenza stampa alle 13. Alle ore 14.15, al Neurolesi Casazza il ministro inaugurerà il nuovo reparto “Disordini del Movimento e Malattia di Parkinson” ed il nuovo reparto “Sclerosi Multipla” con Domotica-Robotica.

A seguire verrà firmato il Registro Regionale per la sclerosi multipla dall’assessore Gucciardi e dal presidente nazionale della Fism, Mario Alberto Battaglia, e una convenzione tra l’IRCCS e l’AISM, Associazione italiana sclerosi multipla, quest’ultima rappresentata dal presidente nazionale dell’associazione Angela Martino.

Infine alle ore 16, al Palacultura Antonello di Messina, il ministro Lorenzin presiederà una tavola rotonda che metterà a confronto 24 esperti tra magistrati, avvocati, medici chirurghi e legali sulla legge che tratta le Responsabilità professionali nel mondo della sanità.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO