Palermo: il comunicato dell’onorevole Alessandro Pagano, di Noi con Salvini

SULLA POLEMICA, TRA FRANCESCO VOZZA ED ISAMAELE LA VARDERA

0
365

Francesco Vozza, candidato al consiglio comunale di Palermo con la lista “Noi con Salvini”, dopo le polemiche con ilo suo candidato sindaco Ismaele La Vardera, pubblica sul proprio profilo facebook il comunicato stampa dell’onorevole Alessandro Pagano, responsabile del partito salviniano.

Vozza, scrive: “A SEGUIRE PUBBLICO INTEGRALMENTE IL COMUNICATO STAMPA DEL COORDINATORE REGIONALE DI NCS SICILIA OCCIDENTALE, Alessandro Pagano, IN RIFERIMENTO AL MIO POST SUL CANDIDATO ORLANDIANO DI SINISTRA, ALAMIN”.

“PRIMA, PERÒ, CI TENGO A PRECISARE ALCUNE COSE: 1) IO SEGUO LA LINEA DI MATTEO SALVINI E DEL NOSTRO MOVIMENTO. E DI NESSUN ALTRO. 2) NON VI ERA ALCUN INTENTO RAZZISTA NEL MIO MESSAGGIO, DUNQUE, SE QUALCUNO HA “LETTO” QUESTO, ME NE DISPIACE MOLTO. 3) A CASA NOSTRA GLI IMMIGRATI REGOLARI SONO I BENVENUTI, I CLANDESTINI NO. 4) IL POST VERRÀ RIMOSSO PER EVITARE ULTERIORI STRUMENTALI POLEMICHE”.

“Gli immigrati perbene sono i benvenuti, sono i nostri fratelli. Questo è il tratto che ha sempre distinto -Noi con Salvini-. E che lo stesso nostro leader ha sempre ripetuto. Altra questione è l’invasione di clandestini, nella piena responsabilità politica della sinistra al governo nazionale e regionale. E anche questo è acclarato”.

“Lo afferma in una nota il deputato della Lega Alessandro Pagano, coordinatore Noi con Salvini della Sicilia occidentale”.

“La sinistra, infatti, con le proprie politiche delle porte aperte indiscriminate – aggiunge – ha creato una situazione insostenibile per le nostre città, inclusa Palermo, con forti tensioni sociali. E i fatti di cronaca quotidiana lo dimostrano. In Italia gli immigrati regolari sono parte integrante della nostra comunità. Ma, come tutti sanno, ad oltre l’80 per cento dei migranti arrivati sulle nostre coste non viene riconosciuto lo status di rifugiato. Da ieri inoltre tutti sanno che chi sta nel nostro Paese deve rispettare le nostre regole, come ha sancito la Cassazione. Il candidato al consiglio comunale Vozza ha sicuramente esagerato nei toni e il suo post sarà tolto proprio per evitare di essere strumentalizzato. La questione per noi si chiude qui”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO