Dal 25 maggio in libreria: “Quel terribile ’92”

25 VOCI, PER RACCONTARE L'ANNO CHE CAMBIO' LA STORIA

0
328

Dal prossimo 25 maggio, una importante opera editoriale comparirà tra gli scaffali delle librerie dove sarà stata accolta, si del libro dal titolo: “QUEL TERRIBILE ’92-25 voci per raccontare l’anno che cambiò la storia”, di Aaron Pettinari a cura di Pietro Orsatti e con la POSTFAZIONE affidata a​ Salvatore Borsellino”.​

LE VOCI:

Manuel Agnelli – Maurizio Bologna – Jacopo Fo – Ninni Bruschetta Neri Marcorè – Loredana Cannata – Fabio Caressa – Giancarla Codrignani – Lella Costa – Giobbe Covatta – Annalisa Insardà – Canio Loguercio – Fiorella Mannoia – Bruno Morchio – Alberta Nunziante – Michela Ponzani – Carmela Ricci – David Riondino – Andrea Satta – Vauro Senesi – Daniele Silvestri – Sergio Staino – Flavio Tranquillo – Dario Vergassola – Stefano Vigilante”

Di tutti gli anni della nostra storia recente, uno di quelli che resterà per sempre impresso nella mente degli italiani è sicuramente il 1992.

Un anno a metà tra la speranza di un cambiamento possibile e il tragico dolore. Tutto ha inizio il 17 febbraio 1992, quando scoppia il caso Tangentopoli con l’arresto dell’ingegnere Mario Chiesa. Quella -mazzetta- da 7 milioni, ricevuta dall’imprenditore Luca Magni, dà il via all’inchiesta Mani Pulite. Basta scorrere ancora il calendario fino al 23 maggio per precipitare dallo scandalo alla guerra fra il potere criminale e lo Stato quando, alle 17.56, i killer di Cosa nostra innescano con un radiocomando a distanza mille chilogrammi di esplosivo, nascosti in un tombino dell’autostrada Palermo-Trapani, all’altezza dell’uscita per Capaci. Muoiono così Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani.

Appena 57 giorni dopo, alle 16.58, Palermo, e con essa l’Italia intera, sobbalza allo scoppio di una nuova bomba, stavolta in via D’Amelio. Una nuova strage in cui a perdere la vita sono Paolo Borsellino e i cinque agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. È il secondo colpo al cuore dello Stato da parte di Cosa nostra.

Grazie ai ricordi di 25 voci il libro attraversa quella stagione di rivoluzione e cambiamenti, ripercorrendo anche altri fatti ed episodi che hanno caratterizzato i primi anni Novanta, dallo scoppio della guerra in Bosnia alla nascita dell’Unione Europea, fino a giungere ai giorni nostri. Un modo per fare memoria, 25 anni dopo.

Aaron Pettinari (1984), giornalista pubblicista, è capo redattore di “Antimafia Duemila”. Dal 2014 inviato a Palermo. Ha collaborato con “I Siciliani Giovani”, “L’Ora Quotidiano”, “Il Resto del Carlino”, “La Gazzetta dello Sport” e il quotidiano on line www.laprovinciadifermo.com”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO