“Messina può rinascere”: molti problemi, nel settore servizi sociali in città

UN SISTEMA, CHE RISULTA ANCORA POCO EFFICIENTE

0
266

Gianluca Rossellini e Roberto Pintaldi, annunciano con una nota, i contenuti della loro trasmissione e scrivono: “torna questa sera alle 21 su Tremedia la trasmissione tv -Messina può rinascere-. Ci occuperemo di servizi sociali, settore dove sono ancora molti i problemi. Finalmente le cooperative verranno pagate con maggiore regolarità dal comune grazie ad una delibera che elimina alcune pastoie burocratiche, ma ancora il sistema risulta poco efficiente, i dati non sono certi, i servizi non sempre all’altezza. Nel frattempo sono sempre di più i nuovi poveri e i bisogni della popolazione e le risorse economiche sono minori per gli enti locali, risulta quindi quanto mai necessario trovare nuove soluzioni che coinvolgano il terzo settore e pensare un welfare sociale nuovo”.

“Ancora troppo politicizzate le coop, parecchi gli aspetti poco chiari e spesso i bandi non sembrano all’altezza della situazione. Inoltre, qualcuno evidenzia con delle denunce aspetti poco limpidi che chiarirà la magistratura e presunti conflitti di interesse. Ospiti in studio Laura Strano segretaria organizzativa della Uil Fpl, Elisa Furnari del Movimento cristiano lavoratori, Angela Rizzo del Tribunale del malato e Giovanni Frazzica di Cittadinanzattiva”.

Ed in conclusione, affermano: “nella seconda parte della nostra trasmissione, quella dedicata alla Cultura, un ospite d’eccezione l’ex direttore di Tg1 e Tg3 Nuccio Fava che ci racconterà alcuni episodi significativi della sua carriera. Verrà premiato in settimana dalla Fuci di Messina. Infine, il maestro Nino Sanfilippo reciterà un suo componimento. Questo e tanto altro questa sera alle 21 su Tremedia, canale 112 del digitale terrestre”.

Stasera alle 21.00 su Tremedia

Stasera alle 21.00 su Tremedia . Tema della puntata i servizi sociali, settore dove sono ancora molti i problemi.

Pubblicato da Messina puo' rinascere su Mercoledì 17 maggio 2017

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO