CRESCE L’ATTESA PER LA SETTANTESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL DI CANNES, L’APPUNTAMENTO INTERNAZIONALE PIÙ ATTESO – INSIEME CON LA NOTTE DEGLI OSCAR – DAGLI AMANTI DEL CINEMA.

Settanta candeline per il Festival di Cannes che prenderà vita sulla storica Croisette dal prossimo 17 maggio e chiuderà i battenti, con l’assegnazione della Palma d’Oro, il 28 maggio. A pochi giorni dalla sua inaugurazione, questa edizione speciale si caratterizza per le numerose discussioni sorte intorno alla locandina della manifestazione che ritrae una splendida Claudia Cardinale ballare sui tetti romani. Troppo, inutile, photoshop? Questo il tema del dibattito. Certo, con una bellezza così ogni fotoritocco si rende superfluo.

Il bianco e nero per l’apertura

A inaugurare la kermesse sarà una pellicola in bianco e nero: Les Fantômes d’Ismaël di Arnaud Desplechin. La giuria è composta da registi e attori che hanno saputo imporsi sullo scenario internazionale grazie a film amatissimi: da Pedro Almodòvar a Paolo Sorrentino. Con loro anche la regista tedesca Maren Ade, Jessica Chastain,  lo statunitense Will Smith, Agnès Jaoui, Gabriel Yared. E ancora: l’attrice cinese Fan Bingbing e il regista coreano Park Chan-wook.

Una madrina italiana per Cannes 2017

Tra le stelle più attese c’è la madrina della manifestazione. Quest’anno avrà il volto splendido di Monica Bellucci, italianissima e francese d’adozione. Un ruolo prestigioso, già ricoperto nel 2003. L’attrice, che dal 2000, vanta numerose presenze sulla Croisette, sarà presto sugli schermi cinematografici con On the Milk Road, presentato a Venezia, e su quelli televisivo con la terza edizione di Twin Peaks, diretta dal regista David Lynch. Per non perdere l’appuntamento con la bella Monica è bene essere sempre aggiornati sulle date di uscita, il web offre quest’occasione grazie a portali specializzati come blog.screenweek.it.

Gli italiani in gara

La presenza italiana per questa nuova edizione è importante ma tra i film in gara, l’assenza, nella categoria destinata alla Palma d’Oro, si fa sentire. Nomi di grande spessore quelli destinati a diventare protagonisti della kermesse francese: da Claudia Cardinale, icona di questa edizione, a Paolo Sorrentino, alla splendida madrina Monica Bellucci. Ma tra i film in gara? In realtà due pellicole in gara, nella stessa sezione, ci sono e hanno già fatto parlare molto di sé. Si tratta del nuovo film di Sergio Castellitto, nelle sale dal 20 maggio, Fortunata, e di quello della giovane regista Annarita Zambrano, Après la guerre. La categoria che li vedrà protagonisti è Un Certain Régard.

Importante la presenza di giovani talenti made in Italy

La presenza italiana, in realtà, è molto forte tra le sezioni fuori concorso. È soprattutto nel cortometraggio che il Belpaese può vantare una ampia gamma di giovani talenti. Sono più di 70, infatti, gli aspiranti registi made in Italy presenti a Cannes allo Short Film Corner. Circa 70, quindi, i corti di produzione italiana che potranno comunque aspirare a un riconoscimento. Molti dei registri in gara sono ancora studenti delle scuole di cinema o delle Università.

Studenti e non solo

Al loro fianco, però, ci sono anche i nomi di registri già vincitori di riconoscimenti importanti. È il caso, ad esempio, di Marco Spagnoli, vincitore di un Nastro d’Argento, che si presenta con Sweetheart, con Violante Placido e Marco Giallini. Ci sarà anche Enrico Iannacone, vincitore del David di Donatello nel 2013, con Tetris. Tra i corti anche quello di Maria Grazia Cucinotta, con un film contro il bullismo dal titolo: Il compleanno di Alice.

 

 

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO