Nino Germanà (ARS): “Ma Ialacqua ha capito o no di essere assessore della tredicesima città d’Italia?”

CARO ASSESSORE: "SI OCCUPI DELLA PULIZIA DI MESSINA, NON DI ORGANIZZARE MANIFESTAZIONI ANTI G7"

0
335
germanà

L’onorevole Nino Germanà deputato dell’Assemblea Regionale Siciliana, dopo aver appreso del coinvolgimento dell’amninistratore messinese (Ialacqua) nelle manifestazioni di contestazione al G7 previste per i prossimi giorni, si chiede: “Ma Ialacqua ha capito o no di essere assessore della tredicesima città d’Italia?”.

Germanà, continua affermando: “siano sacrosante le proprie idee e il diritto di esternarle ma Daniele Ialacqua dovrebbe finalmente, dopo 4 anni a Palazzo Zanca, rendersi conto del ruolo che riveste e della dignità che questo pretende. Vestire i panni del no global a tutti i costi è una libertà che da membro delle istituzioni non può concedersi senza controllo. Impari l’assessore il valore e la sacralità della rappresentanza e l’onore che questa costituisce”.

“Non è Daniele Ialacqua a parlare per sè e basta ma un assessore di un comune di 248.000 persone. Se non è in grado di capire questo, come mi sembra evidente, sarà il caso torni ad essere un libero cittadino senza ruoli e incarichi dei quali, evidentemente, non è degno e che, comunque, ha già ampiamente dimostrato di non essere in grado di svolgere adeguatamente -le condizioni di sporcizia di Messina sono inaccettabili-. Proprio per questo solleciterò i consiglieri comunali ad avanzare una richiesta (ufficiale) di dimissioni, per questo signore che con le sue uscite pubbliche ha già più volte dimostrato di non conoscere il senso della parola istituzioni”.

Il politico di Palazzo dei normanni, sul proprio profilo facebook ha mostrato una foto eloquente accompagnata da una descrizione, che recita: “Curcuraci – Messina, ore 17 – 70 metri di spazzatura. Caro assessore Ialacqua, piuttosto che mettere in campo strumenti di distrazione di massa e organizzare pullman e spedizioni anti G7, perché non si occupa decentemente (e finalmente) della pulizia di questa città che, da quando lei è assessore, è precipitata nel baratro dell’indecenza?”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO