Sara Giada Gerini: “Io, non udente, beffata da Abbanoa”

OBBLIGATA AL CALL CENTER

0
282

La non udente cagliaritana, Sara Giada Gerini in una lettera a “www.castedduonline.it”, specifica: “oggi (24 maggio) con grande sorpresa mi arriva la fattura di Abbanoa con un sollecito di pagamenti non effettuati dal 2010. Ho in mano le ricevute; in casi come il mio, appena rientrata dai miei impegni, e con orari scomodi hai difficoltà ad andare subito allo sportello”.

“In alternativa sul foglio ti indicano di chiamare il call center -cui puoi far riferimento anche nell’ipotesi in cui avessi già provveduto al pagamento delle fatture indicate in tabella-. Genio!!!! Ed io che devo fare? Disturbare mezzo mondo per far chiamare l’operatore al posto mio… quindi privacy non ne hai più, devi spiegare al tuo parente/mamma/cugino/amico tutta la tua situazione”.

“Devi anche vedere se è disponibile, aggiungi lo stress e la mortificazione di dover chiedere..! Semplice controlli su internet?! Bene, però devi consultare l’estratto conto, visualizzare le fatture emesse… pagare fatture, inviare l’autolettura del contattore, modificare…ect.!”

“Però… per informazioni specifiche… devi SEMPRE chiamare. Ah se non lo faccio entro i termini di scadenza mi staccano pure l’acqua. Cosa faccio? In questo caso devo FARMI SENTIRE. Mi aiutate a diffondere questo messaggio per cortesia? Il servizio di messaggistica per chi non sente dov’è? Chat? videochat? Tutto in TEMPO REALE. É un servizio utile a sordi e non #FacciamociSentire”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO