Palazzo Zanca: dopo l’ennesimo nulla di fatto in Consiglio comunale, sulla Messinaservizi

I CONSIGLIERI CLAUDIO CARDILE E GAETANO GENNARO, FIRMANO UNA NOTA CONGIUNTA

0
630
Cardile - Gennaro

Dopo l’ennesimo nulla di fatto di sabato (27 maggio) in Consiglio comunale, sull’approvazione della delibera per affidare il ciclo di raccolta dei rifiuti in città, alla neonata “Messinaservizi Bene Comune”, in un’aula con soli 15 componenti presenti due di essi (Claudio Cardile e Gaetano Gennaro) firmano una nota congiunta.

Nella stessa, scrivono: “l’ennesima seduta del Consiglio Comunale andata deserta per la mancanza del numero legale, testimonia come le forze politiche ivi rappresentate, fino ad ora, non siano state in grado di affrontare l’importante argomento relativo alla gestione dei rifiuti e al futuro dei lavoratori del settore. Sia l’Amministrazione che le forze politiche consiliari hanno il dovere di esaminare tutti i nodi della questione senza sfuggire alla responsabilità in capo ad ognuna delle parti”.

I due esponenti dell’assise consiliare, terminano sottolineando: “fino ad oggi le ripetute assenze di interi gruppi hanno di fatto impedito che si avviasse il dibattito sul tema. Auspichiamo, pertanto, che al più presto si permetta finalmente ai consiglieri comunali che sentono forte il senso di responsabilità nei confronti dei cittadini messinesi di discutere e risolvere una questione importante come la gestione dei rifiuti”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO