Palazzo Zanca: Pippo Trischitta e Giuseppe Santalco, sul G7 di Taormina

MESSINA, NON HA AVUTO ALCUN BENEFICIO A CAUSA DEL COMPORTAMENTO DEL SINDACO RENATO ACCORINTI

0
448

Nella Sala Commissioni di Palazzo Zanca, stamane i consiglieri Pippo Trischitta e Giuseppe Santalco hanno tenuto una conferenza stampa congiunta, sui riflessi negativi avuti dalla città di Messina a causa della mancata visibilità (al G7 di Taormina) avuta dalla stessa per il comportamento del sindaco Renato Accorinti.

Trischitta, ha affermato: “lui (Accorinti), avrebbe dovuto dare a Messina (ed al mondo) le stesse immagini che abbiamo dato col Giro d’Italia. Ma mentre il “Giro d’Italia” lo vedono 400.000 persone, la se ne sarebbe andati a uno spot con miliardi di persone, che non c’è prezzo a pagare… Messina non avrà mai questa possibilità”.

“Poi, non ci lamentiamo se nei prossimi anni subiamo il turismo. Non ci lamentiamo, se a Catania si trova posto negli alberghi i b&b sono strapieni e a Messina sono tutti vuoti… perchè è una politica diversa…”.

Per il collega Santalco, invece: “colgo l’occasione della vostra (stampa) presenza, per intervenire, perchè io sento dentro di me il ruolo istituzionale di questo Comune molto forte”.

E allora, sul G7, leggo quello che ho scritto e gradisco che sia evidenziato: “desidero esprimere, il mio vivo apprezzamento nei confronti di sua eccellenza il prefetto di Messina, il questore di Messina, il commissario di pubblica sicurezza di Taormina, i poliziotti in servizio, l’Arma dei Carabinieri, la Finanza, le forze armate, le Frecce tricolori, i Vigili del Fuoco, il sindaco di Taormina e quello di Giardini e di Catania, i sanitari e parasanitari che hanno assistito tutti coloro che erano presenti, i ragazzi che hanno organizzato ed animato i momenti di ristoro e quelli che hanno allietato i momenti culturali e musicali”.

Ed ancora: “i giornalisti e vi ringrazio personalmente per il ruolo (giornalisti sia della carta stampata che dei giornali elettronici). Grazie a voi, noi abbiamo potuto seguire le manifestazioni…”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO