Fabrizio Spedale (RM): “Un male drammatico, che crea orfani bianchi”

"SONO I FIGLI DELLE DONNE STRANIERE, CHE VENGONO IN ITALIA A LAVORARE COME BADANTI"

0
585

Fabrizio Spedale, in un suo post sottolinea: “Ma c’è un altro dramma. Quello degli orfani bianchi. Un altro durissimo prezzo da pagare per l’assistenza dei nostri anziani e dei nostri malati”.

“Gli orfani bianchi sono i figli delle donne straniere (circa un milione e 600mila ogni anno), che vengono in Italia a lavorare come badanti, colf o baby sitter. Quasi tutte lasciano a casa figli, mariti e genitori anziani. Chi soffre di più questa separazione – facile immaginarlo – sono i bambini. Solo in Romania su 5 milioni di piccoli il 75 per cento ha un genitore che lavora all’estero. E l’ottanta per cento di loro soffre di profonda nostalgia. Le conseguenze sono spesso tragiche. Ogni anno una 40ina di bimbi rumeni si toglie la vita per il distacco lacerante dalla loro mamma”.

“Un dramma silenzioso. Una sindrome che porta il nome del nostro Paese. E ammettiamolo, molte di loro vengono anche sfruttate e sottopagate. Sei, settecento euro al mese per occuparsi tutto il giorno di anziani molto malati. Un giorno libero a settimana. E una vita cancellata. Con gli affetti lontani”.

E magari, in quel lontano, ci sono anche bambini, che chiedono – davanti al freddo schermo di un Pc –: “Mamma, quando torni?”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO