Libero Gioveni (ME): “Perchè non eliminare, l’inutile pensilina di piazza Cairoli”

"INVECE DI RITOCCARLA"

0
274

Fa parte del Consiglio Comunale di Messina, Libero Gioveni in forza al Gruppo “Centristi per la Sicilia”, che interroga: il sig. sindaco prof. Renato Accorinti, l’assessore ai lavori pubblici ing. Sergio De Cola ed il collega di Giunta, assessore alla protezione civile, dott. Sebastiano Pino.

Gioveni, in riferimento al Progetto di messa in sicurezza di piazza Cairoli, chiede: “anziché -ritoccare- l’inutile, arrugginita ed enorme pensilina, perché non eliminarla del tutto?”.

In particolare il consigliere sottolinea: “il 15 giugno scorso in aula consiliare si è svolta una seduta della Commissione lavori pubblici dedicata al progetto relativo alla messa in sicurezza di piazza Cairoli (i cui lavori termineranno il prossimo 13 ottobre), avendo come ospiti il RUP e il direttore dei lavori, rispettivamente l’arch. Principato e l’arch. Corace. Da informazioni assunte dallo scrivente e confermate di recente anche da alcuni servizi giornalistici, fra le diverse tipologie di intervento da effettuare vi sono, oltre alla già nota sostituzione della disastrata pavimentazione in parquet con un’altra in pietra lavica, anche alcuni piccoli interventi (tinteggiatura, smontaggio piastre ecc.) che interesseranno la gigantesca pensilina che sovrasta il centro della piazza”!

“Da più parti in passato, oltre a considerare questa enorme struttura in ferro un classico -pugno nell’occhio- rappresentando un autentico -obbrobrio architettonico- che mal si addice con lo stile della piazza, la si è giudicata anche potenzialmente pericolosa per lo stato di degrado e abbandono in cui versa, con alcune parti palesemente arrugginite! A tal riguardo, presentandosi l’occasione di questi interventi, anziché -rifare il trucco- a questa mega struttura, sarebbe certamente propizio, a parere di questo interrogante, intervenire radicalmente eliminandola totalmente, presentando, se è necessario, una perizia di variante che, risorse permettendo, consentirebbe di eliminare un qualcosa che, oltre ad essere sgradevole, potrebbe rappresentare in futuro una minaccia”!

In conclusione, ilo politico, interroga i riceventi e lo fa in tali termini: “pertanto, in virtù di tutto quanto sopra esposto, il sottoscritto consigliere comunale intende conoscere se intendano valutare la possibilità, integrando l’attuale progetto di messa in sicurezza di piazza Cairoli con una variante, di eliminare totalmente l’enorme struttura in ferro che giganteggia da anni al centro di piazza Cairoli, se intendano verificare la fattibilità economica dell’operazione, trattandosi della possibile eliminazione di un pericolo per la collettività, attraverso delle somme destinate alla protezione civile”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO