Csa – ME: “Serve dover assumere nuovi vigili, al Comune di Messina”

"LA VIABILITA' E' IN CONTINUA EMERGENZA"

0
289
?????????????

Il sindacato Csa, nell’inviare una nota al sig. sindaco, al sig. segretario D.S.G., al sig. comandante del Corpo di P.M., al presidente del C.C., al sig. assessore alla P.M. ed al resp. Dip. Risorse Umane, avente ad oggetto: “Assunzione a tempo indeterminato del personale contrattista (corso 2010 /11) del corpo della Polizia Municipale”, esprime preoccupazione per la viabilità cittadina in continua emergenza.

Nel documento, si evidenzia: “il corpo di Polizia Municipale, tenuto conto dell’estensione del territorio comunale, delle peculiarità del sistema viario cittadino e del numero esiguo di personale in atto a disposizione, si trova in evidente difficoltà ad affrontare quelle che sono le problematiche che giornalmente si vanno palesando e che, tenuto anche conto degli ultimi accadimenti di carattere internazionale, vedi sbarchi migranti, in continuo aumento e centri di accoglienza, gravano sempre di più”.

“Tutto ciò comporta il perdurare di una situazione emergenziale nella viabilità cittadina, caratterizzata dal caos più totale nelle strade del centro urbano e non solo, dalla continua presenza di mezzi pesanti nelle strade interne al perimetro urbano e che pertanto porta all’amara conclusione che l’emergenza traffico in città non sia mai stata risolta. Secondo i parametri fissati dalla Regione, con decreto Assessoriale del 1993, basati su superficie, popolazione, scuole e quartieri, il Corpo della Polizia Municipale dovrebbe essere dotato di 1108 unità, in realtà tale previsione in atto può considerarsi soddisfatta solo per un terzo in quanto l’organico del corpo consta di 326 unità la cui età media è di ben oltre i 50 anni con l’aggravante che, con i prossimi pensionamenti, tale numero sarà destinato irrimediabilmente a scendere”.

“Il corpo della Polizia Municipale dovrebbe essere il fiore all’occhiello e il braccio operativo dell’Amministrazione con l’ausilio del quale si dovrebbe riuscire a garantire il controllo
capillare del territorio attraverso un’attività di prevenzione e repressione messa in atto dai vari reparti che costituiscono l’organigramma del Corpo, alla sicurezza stradale è infatti destinata solo un’aliquota del personale”.

“La scrivente O.S., alla luce di quanto sopra esposto e della recente Legge n°48 del 18/04/2017, legge di conversione del D.L. 20/20/2017 n°14 -DECRETO SICUREZZA- recante -disposizioni in materia di sicurezza nelle città-, rimane dell’avviso che sia assolutamente necessario rimpinguare il personale del corpo della Polizia Municipale con l’assunzione, full time e a tempo indeterminato, entro il 2018, dei 49 agenti precari che ormai, dal lontano mese di ottobre 2010, sono entrati a far parte a pieno titolo dell’organico del corpo”.

“L’articolo 7 comma 2bis del sopra citato DECRETO SICUREZZA, prevede infatti che -Per il rafforzamento delle attività connesse al controllo del territorio e al fine di dare massima efficacia alle disposizioni in materia di sicurezza urbana contenute nel presente provvedimento, negli anni 2017 e 2018 i comuni che, dell’anno precedente, hanno rispettato gli obiettivi del pareggio di bilancio di cui all’art. 9 della legge 24 dicembre 2012, n. 243, possono assumere a tempo indeterminato personale di polizia locale nel limite di spesa individuato applicando le percentuali stabilite dall’art. 3, comma 5, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, alla spesa relativa al personale della medesima tipologia cessato nell’anno precedente, fermo restando il rispetto degli obblighi di contenimento della spesa di personale di cui all’art. 1, commi 557 e 562, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. Le cessazioni di cui al periodo precedente non rilevano ai fini del calcolo delle facoltà assunzionali del restante personale secondo la percentuale di cui all’art. 1, comma 228, della legge 28 dicembre 2015, n. 208. 2 –ter-“.

Per terminare, viene sottolineato: “estrapolando quanto previsto dal comma 5 dell’articolo 3 dalla legge 11 agosto 2014, n. 114 si arriva alla lapalissiana conclusione che con il menzionato DECRETO SICUREZZA si possano usare, per il turnover della Polizia Municipale, l’80% delle risorse assunzionali nel 2017 ed il 100% nel 2018. Con le suddette risorse si potrebbero assumere tutti i precari della Polizia Municipale e prevedere al contempo la progressione del personale di ruolo in attesa della conversione delle nuove quote assunzionali che consentirebbero d’implementare le future assunzioni”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO