Dalla Direzione di “Alcuno tocchi Caino”, un pensiero su Nadia Desdemone Lioce al 41 bis

UNA ANALISI, APPROFONDITA

0
266

NADIA DESDEMONA LIOCE, 41 BIS: ANALISI…

Sottolineo, nuovamente, la figura di questa donna, citando lei e la figura “spettrale” del 41 bis…
Pare che sia relegata dall’anno 2003 in completo isolamento!
Perché citarla, tanto, e quali sarebbero le motivazioni?!
Punto 1°: vive sotto codesto regime fin dal suo arresto (ditemi qui se sbaglio), mentre a dei suoi “colleghi” vennero dati dei benefici qualche anno dopo – se rapportati a questo suo, lungo, isolamento-. Addirittura ai pentiti qualche anno prima, in modo (totalmente) abbondante!

Una autentica “bestia” di profonda forza caratteriale, se pensiamo ad un leader storico delle B.R. che dichiarò: “No, non mi pento, ma mi dissocio, poiché la Lotta Armata non ha più scopo di esistere!” E con questa la fece grossa.

Oltretutto il leader si chiama Renato Curcio…

Punto 2°: a questa donna, fortissima di carattere, volevo scrivere da Montelupo Fiorentino e farmi dare una mano per la grave situazione carceraria degli inizi 2000. Volevo, ma non lo potevo fare, perché sapevo che era relegata al 41 bis ed oltretutto ero a conoscenza che potevamo finire nei guai tutti e due: grossi guai! Vedete a questa donna, che io la denotai come ad un miracolo vivente, davo della fiducia già allora!

Non credo che Nadia cederà, ritrovandosi dei benefici… Io innocente (si vedrà in successione dai documenti) e lei incarcerata. Una fortuna mia: meno male che all’epoca non trapelarono prove su di me (lettere da Montelupo) sennò pure io e Don Nando rischiavamo puro!

Visto che Don Nando non c’è più auguro, a questa donna, di avere una sorta di benedizione dall’Aldilà. Benedizione che io la concedo fin d’ora, attraverso l’Anima Santa di Don Ferdinando Bertoli! ONORE ALLA COMBATTENTE NADIA! NO AL 41 BIS!

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO