Alienazione Parentale – Radio Vaticana: Giovanna, mamma alienata [Video]

SE N'E' PARLATO CON LA DOTTORESSA VERROCCHIO, DELL'UNIVERSITA' DI CHIETI

0
251

Su: “www.centroantiviolenzabigenitoriale.com”, si riprende una vicenda trattata da Radio Vaticana.

Nel contesto dell’Alienazione Parentale, accade questo: “è tipico dei bambini alienati schierarsi con il genitore alienante e perdere ogni forma di relazione con l’altro e tutto il ramo parentale”-

“Giovanna, mamma vittima di Alienazione Parentale e la dottoressa Maria Cristina Verrocchio docente di psicologia clinica presso l’Università di Chieti, raccontano dai microfoni della trasmissione -Aldilà della notizia- il dramma di figli e genitori colpiti da Alienazione Parentale”.

“E’ Giovanna a raccontare la sua storia, il percorso, anche giudiziario e spiegare come da genitore collocatario prevalente del figlio di minore età si è trovata, e si trova tutt’oggi, a vedere la figlia, che la rifiuta, collocata presso il padre a seguito di provvedimento provvisorio disposto dall’Autorità Giudiziaria”.

“Sono stata denunciata dal mio ex di maltrattamenti psicologici e fisici su mia figlia, a questo punto fermi tutti! Proteggiamo il minore e collochiamolo temporaneamente presso il padre, senza nessuna prova, senza nessuna evidenza di nessun tipo se non il pianto disperato di mia figlia che continuava a dire che la madre è una madre maltrattante, è una madre violenta. Spesso avviene a carico dei papà. Sono proprio i papà che perdono ogni tipo di contatto con il figlio; o per scuse banali del tipo questo weekend non può venire o, come nel mio caso, si ricorre a delle vere e proprie denunce strumentali”.

Come riconoscere l'alienazione genitoriale

L'alienazione parentale spiegata in un breve filmato…Vi ricordiamo il nostro prossimo evento flash mob in piazza dei Caduti presso il comune di Cascinahttps://www.facebook.com/events/1677735189197498/http://www.centroantiviolenzabigenitoriale.com/

Pubblicato da Centro Antiviolenza Bigenitoriale Onlus su Sabato 8 aprile 2017

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO