Domenica Furnari, sul nuovo Centro per migranti afferma: “Fu un progetto, avviato dal professor Dario Caroniti”

"CHE NEL 2012, ERA ASSESSORE ALLE POLITICHE SOCIALI"

0
327

Domenica Furnari (giornalista), impegnata nella società civile, in una nota evidenzia: “Il progetto del Centro polifunzionale Savasta, avviato nel 2012, il quale non prevedeva di certo l’ondata anomala dei -migranti di Accorinti-, è stato realizzato dal prof. Dario Caroniti, assessore ai Servizi Sociali dell’epoca”!

“Detto ciò, è doveroso precisare, pertanto, che la realizzazione della struttura non è opera dell’attuale Amministrazione, tutt’altro”!

Per corroborare quanto sostiene, pubblica il datato comunicato stampa, ove si specificava: “MESSINA-AVVIATI I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA SCUOLA SAVASTA GIA’ SEDE DEI SERVIZI SOCIALI”

Messina: “Con la consegna dei lavori di manutenzione straordinaria dei locali di via Felice Bisazza, n° 60, ormai fatiscenti, che hanno ospitato, negli anni, la sede dei servizi sociali e due aule di scuola materna, l’assessore alle Politiche per la Famiglia, Dario Caroniti, ha reso possibile la realizzazione, con i fondi europei, di un progetto che consentirà la nascita di un Centro polifunzionale per le attività sociali dove, i bambini messinesi di origine e quelli di recente acquisizione, potranno, all’unisono, partecipare alle attività programmate dalla scuola materna e dell’asilo nido”.

“All’interno dello stabile recuperato, saranno compresi un servizio di doposcuola e per il tempo libero per giovani immigrati, l’organizzazione di attività ricreative e di socializzazione per messinesi e giovani immigrati, la realizzazione di corsi di formazione e di orientamento al lavoro, una biblioteca, l’attivazione di un servizio di sportello di orientamento al lavoro e la realizzazione di alcune aule multimediali, di cui una sarà adibita ad ospitare conferenze ed incontri e nelle altre saranno istituiti dei punti di accesso libero ad internet che daranno la possibilità anche alle fasce più deboli di poter usufruire di tale servizio”.

“Solo attraverso la ristrutturazione dello stabile di via Felice Bisazza, non accessibile a tutte le persone con gravi difetti motori, non essendo la struttura dotata né di ascensore, né di alcuna forma di abbattimento delle barriere architettoniche, può essere onorata la volontà del commendatore Salvatore Savasta, ragioniere generale del Comune dagli anni trenta al 1960, che nella sua qualità di presidente del Patronato scolastico, alla fine degli anni quaranta, fece realizzare la struttura per adibire i locali ad asilo nido e scuola materna; locali oggi fatiscenti e privi – come si legge nel comunicato dell’assessore Dario Caroniti – dei requisiti per l’abbattimento delle barriere architettoniche”.

“L’appalto, per un importo a base d’asta di 432.000,00 euro, di cui 8.640,00 euro di oneri per la sicurezza, è stato aggiudicato alla società LUTES srl di Brolo, con un ribasso del 39,6007 per cento, con finanziamento a carico del Ministero dell’Interno (gestione programma operativo nazionale -sicurezza per lo sviluppo-). Alla consegna del cantiere lo scorso 27 giugno, erano presenti il direttore dei lavori l’ing. Angelo Lucentini; il RUP, arch. Grazia Marullo; per l’impresa, il geom. Salvatore Siracusano e l’assessore alle Politiche della Famiglia, Dario Caroniti”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO