Messina: Arresto di un pregiudicato per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti

0
476
STRANO-Salvatore

Continua incessante il lavoro dei carabinieri della Compagnia di Messina Sud, impegnati in servizi di prevenzione e repressione al dilagante fenomeno dell’abuso di stupefacenti. Nella giornata di ieri, 18/07/2017, è scattata un’operazione al Villaggio CEP dove da giorni i militari dell’Arma seguivano i movimenti sospetti del pregiudicato STRANO Salvatore, 35enne messinese.

Dopo diversi appostamenti, gli uomini al Comando del Maggiore Leoncini coadiuvati dallo Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Sicilia, attualmente impiegati in supporto alle attività di controllo del territorio in aree impervie, hanno scelto il momento migliore per fare irruzione in casa di STRANO. La successiva perquisizione ha permesso ai miliari di rinvenire in una cantina nella disponibilità dell’interessato circa 100 grammi di marijuana, contenuta in due involucri occultati all’interno di un armadio.  Nel corso delle operazioni è stata rinvenuta anche sostanza stupefacente del tipo cocaina per un peso complessivo di circa 90 grammi, abilmente occultata all’interno di un vecchio “videoregistratore” nascosto in un altro armadio, nonché un bilancino di precisione perfettamente funzionante. L’operazione si è conclusa con l’arresto in flagranza di reato del ventenne per “detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio”,  processato con il rito direttissimo conclusosi con l’applicazione della misura della custodia cautelare in carcere.

Il blitz dei carabinieri dimostra con quale attenzione venga contrastato il consumo smisurato di stupefacenti e conferma il constante impegno delle Forze dell’Ordine a presidio del territorio.

Dalla settimana scorsa sui Monti Peloritani che circondano Messina operano i Carabinieri dello Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Sicilia.

La presenza delle due squadre, particolarmente specializzate nella ricerca dei latitanti e nei controlli in zone impervie, mira ad intensificare la conoscenza territoriale dell’area peloritana intensificandone il controllo.

Come si ricorderà, a partire dal maggio del 2016 i Cacciatori d’Aspromonte furono impiegati con importanti risultati nell’area nebroidea.

Attualmente, invece, sono impiegati gli uomini dello Squadrone Eliportato  Cacciatori di Sicilia, costituito nel maggio di quest’anno con base a Sigonella (CT) a sostegno dell’organizzazione territoriale come dispositivo di controllo delle zone impervie e montane dell’isola.

In tale ambito, i “Cacciatori” supportano lo sforzo che il Comando Provinciale di Messina conduce già da diversi giorni nella ricerca degli autori degli incendi che hanno così duramente colpito la nostra provincia.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO