A Messina: un fine settimana di risate, divertimento e valorizzazione della cultura popolare dialettale

ALL'INSEGNA DELLA SOLIDARIETA'

0
549

Ecco una bella nota, descrittiva di una bella iniziativa ove si evidenzia: “numeroso il pubblico presente al Monte di Pietà per la Rassegna del Teatro Dialettale Siciliano sotto le stelle promossa dalla Città metropolitana di Messina. L’iniziativa rientrante nel progetto -Facciamo Teatro- che riunisce ben dieci compagnie teatrali amatoriali, mira a contribuire allo sviluppo del dialetto considerato patrimonio culturale ed umano da tutelare coniugando l’arte del teatro e della commedia con uno scopo solidale”.

“Sabato sera applausi e consensi da parte del pubblico presente ha riscosso la Compagnia Hippocampus con l’esilarante lavoro di Calogero Maurici -Mio marito:cocco di mammina- e la regia di Pasquale Cavallari. Il tutto esaurito anche domenica con -Gatta ci cova- di Antonio Russo Giusti messa in scena dalla Compagnia Cameris Theater Company, con la regia di Anna Giulia Rizzo e Santina Nibali”.

“Importanti i messaggi sottesi ad entrambe le commedie esilaranti che, come ha dichiarato la madrina della Rassegna dialettale siciliana avv. Silvana Paratore, traggono dalla vita reale esempi calzanti riuscendoli a tramutare in episodi di verace umorismo fornendo allo spettatore uno spaccato di realtà ancora attuale, uno sguardo sul mondo con le sue debolezze e la sua magnanimità e che, con il sorriso, penetra nelle coscienze di tutti”.

Presenti alle serate: il presidente delle Compagnie Teatrali Riunite Pippo Castorina, il direttore Artistico della Rassegna Nino Scimone. Inaugurato con la Rassegna Teatrale, un nuovo modo di fare teatro che rispettoso della bellezza strutturale del Monte di Pietà, vede gli attori recitare sulle scalinate creando una opera d’arte in movimento che coniuga tradizioni dialettali siciliane con rappresentazioni shaksperiane senza scenografie. Il prossimo appuntamento giorno 30 luglio ore 21.15 con la Compagnia -I Normanni di Tremestieri- che metteranno in scena -La Giara- di Luigi Pirandello. Divertimento, risate e valorizzazione della cultura popolare gli ingredienti di tutti gli spettacoli”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO