Sul “M5S-Anguillara-RM”, l’avvocato Ugo Morelli replica alla diffida inviatagli da Barillari e Tellaroli per l’uso del nome “Movimento”

ED IL LEGALE, AFFERMA: "I DUE NON HANNO TITOLO AD AGIRE, DUNQUE SONO PARTE LESA"

0
810

Qualche giorno fa, Ugo Morelli tramite la propria pagina facebook ha informato di essere stato incaricato della riorganizzazione del Meetup Movimento 5 Stelle di Anguillara Sabazia.

L’incarico però, non è bastato ad evitargli una diffida ad usare il nome -Movimento 5 Stelle-, fattagli recapitare da parte di due esponenti pentastellati. Mittenti del documento inviato all’avvocato Morelli, sono Marco Tellaroli (eletto nel Movimento 5 Stelle al comune di Bracciano) e Davide Barillari (consigliere del Movimento 5 Stelle alla Regione Lazio).

Nella missiva, si fa specifico riferimento, al fatto che l’azione è portata avanti a -nome del signor Giuseppe Grillo detto Beppe Grillo, riferendosi alle attività di propaganda politica e sociale, alla diffusione di notizie giornalistiche e di ipotetiche future iniziative politiche da Lei (riferendosi al legale calabrese ma da anni residente a Roma) svolta tramite il sito: “https://www.meetup.com/it-IT/Meetup-Anguillara-in-MoVimento/”.

Nel corpo del testo inviato da Tellaroli e Barillari, si evidenzia che: “in via informale la diffidiamo ad interrompere l’uso delle denominazioni, dei simboli e della sigla del Movimento 5 Stelle anche in accostamento con altre parole, sul territorio Italiano, nel corso di qualsiasi attività sia di carattere ordinario che straordinario, nonché per manifestazioni e iniziative elettorali e in particolare in costanza di riunioni, di congressi, di manifestazioni con avvisi, manifesti, volantini, messaggi, missive e con ogni altro intervento diretto e mediatico con l’effige dei loghi e dei nomi MoVimento 5 Stelle, regolarmente registrato a tutti gli effetti di legge presso le competenti autorità italiane, di proprietà esclusiva del sig. Giuseppe Grillo detto Beppe, o che a questi fanno evidentemente riferimento”.

“Le ricordiamo che l’uso del nome e del marchio che caratterizzano il MoVimento 5 Stelle è riservato a quanti abbiano ottenuto la certificazione di una lista di candidati in vista di una consultazione elettorale ed, insieme ad essa, la specifica autorizzazione di proprietà esclusiva del sig. Giuseppe Grillo detto Beppe, all’utilizzo dell’uno e dell’altro”.

“Su tali presupposti, La invitiamo – proseguono i due rappresentanti grillini – a volere immediatamente cessare l’uso o il riferimento, diretto, indiretto o anche solo per allusione al nome o ai marchi, ai simboli e alla sigla anche in accostamento con altre parole, delle denominazioni MoVimento 5 Stelle, uniformandosi alle regole comportamentali e procedurali osservate da quanti si rispecchiano nelle attività del MoVimento 5 Stelle”.

E Morelli, riferendosi a tutto ciò risponde: “grazie per la stima e fiducia. Non ho mai commesso tutto quanto di cui sono accusato. Il sito meetup Anguillara è tuttora come era prima di me. Mi ritengo parte lesa. Mi riservo di valutare legalmente e di agire per vie giudiziarie, anche per risarcimento danni. Da subito, bisogna eccepire mancanza di legittimazione attiva dei due soggetti contro di me. Difatti, i due non sono iscritti a meetup Anguillara, e non hanno cariche politiche o elettive in Anguillara, e neppure sono cittadini di Anguillara”.

“Ho già fatto reclamo a Beppe Grillo ed al TEAM MEETUP-COORD. Comunque mi sembra impossibile che Grillo sia stato indicato nella diffida, come il mandante della aggressione morale e politica contro Ugo Morelli. Ugo Morelli… la mia nomina è tuttora valida, per come pure ieri con email il team meetup mi ha confermato. Essendo tuttora in carica come resp.meetup adesso Grillo e Team devono difendere e garantire la mia immagine pubblica politica ed i diritti di legge di resp.meetup Anguillara (RM).

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO