Codici: “Quali sono i motivi ammissibili per l’allontanamento dei figli dai genitori? La legge non è chiara”

"LO ABBIAMO CHIESTO ALL'AVVOCATO CRISTINA FRANCESCHINI, PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE -FINALMENTE LIBERI ONLUS-"

2
2626

L’avvocato Cristina Franceschini di “Finalmente Liberi onlus”, introduce così l’intervista video rilasciata a “Codici” e ripresa da “www.spazioconsumatori.tv”, ovvero: “pochissimi minuti per un breve stralcio di un’intervista fattami da questa Associazione a tutela dei consumatori e che si snoderà in più puntate; qui le discrasie tra legge e dati dei report sugli allontanamenti, ricordando che l’unico che riporta i motivi è quello relativo all’anno 2010”.

I responsabili del sodalizio, che hanno chiesto l’intervento del legale invece, scrivono: “la separazione dei figli dai genitori, il provvedimento più estremo che si possa prendere nei confronti di una famiglia. Ma quali sono i motivi più comuni? Lo abbiamo chiesto all’avvocato Franceschini, vi sorprenderete della risposta. Servirebbe una seria riflessione sulle dinamiche che vengono a crearsi in questi contesti e maggiore chiarezza su una legge che si contraddice sia nei documenti legislativi prodotti sia nel confronto tra teoria e realtà”.

2 COMMENTI

  1. Noto come si parli di “diritto minorile” e di motivi di allontanamento. Ebbene, visto che se ne parla su un rotocalco messinese, luogo da cui è sparito per sempre mio figlio, ci tengo a dire che NON esistono motivi validi per togliere i figli ai genitori naturali. Questi motivi sono solo copioni cinematografici inventati dalle organizzazioni trasversali che gestiscono l’immenso bacino di denaro a disposizione come lucro attorno agli allontanamenti. Questo termine deve essere sostituito con “sequestri di stato”, più approrpiato per significare la insolente tratta di minori gestita con fondi pubblici, firmati dalla Legge Turco del 1997.
    Per soldi si può anche trasformare una lite familiare banale in una tragedia assoluta, come farebbe un “servizio segreto deviato” su ordini occulti. I bersagli scomodi diventano i genitori naturali che lottano per riavere a casa i figli, trasformati in criminali assoluti. I figli rapiti invece quasi sempre finiscono in reti parallele di droga, pedofilia, e prostituzione minorile, quando non spariscono dalle case famiglia stesse (in Ligueria nel 2016-17 sono scomparsi oltre 6mila minori!!!) con destinazione traffici esteri.

    Approfitto per ringraziare il Signore Dio Nostro per i fondi che riceve nel suo conto corrente… a chi vuol intendere poche parole.

COMMENTA L'ARTICOLO