Messina in Movimento: “Qualche imbecille, usa i profughi per denunziare lo stato di degrado della villetta Quasimodo”

"QUELLO SPAZIO VERDE, E' ABBASTANZA SIMILE A TUTTI GLI ALTRI SPAZI VERDI NON UTILIZZATI DAI RAGAZZI CHE VENGONO OSPITATI NELLA NOSTRA CITTA'"

0
220

Messina in Movimento (il sodalizio associativo sorto diversi anni fa per merito di Saro Visicaro), in una nota che ha diffuso, evidenzia: “qualche imbecille usa i profughi per denunziare lo stato di degrado della villetta Quasimodo. Ma quello spazio a verde è abbastanza simile a tutti gli spazi verdi anche non utilizzati dai ragazzi che vengono ospitati nella nostra città”.

“Il problema del vagabondaggio dei ragazzi immigrati è dovuto al fatto che non vengono utilizzati opportuni strumenti di inclusione e di coinvolgimento sociale. Il caso dei ragazzi ospitati nell’ex hotel Liberty (di proprietà di Franza e Genovese) è l’esempio più evidente di cattiva accoglienza”.

“Questo avrebbero dovuto denunziare gli autori dell’atto di discriminazione di questa mattina. Così come dovrebbero denunziare l’assoluta mancanza di gestione del verde pubblico da parte dell’Amministrazione Accorinti”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO