Angela Rizzo (CittadinanzAttiva -ME): “E’ un momento importante, per riflettere sulla situazione della sanità regionale”

"TUTTO, E' PASSATO SULLE NOSTRE TESTE"

0
208

Angela Rizzo, in vista del convegno del 16 settembre prossimo che sarà tenuto dall’Associazione della quale fa parte, scrive: “è un momento importante, fortemente voluto da CittadinanzAttiva Sicilia, per riflettere sulla situazione della sanità regionale. Si doveva calare il decreto Balduzzi nella nostra realtà, con la maggior attenzione possibile alle esigenze delle collettività locali, invece il tutto è passato sulle nostre teste, senza che nessuno sentisse l’esigenza di consultare i cittadini o, quanto meno, i rappresentanti delle autonomie locali. Tra l’altro si sono cancellate due strutture ospedaliere che dovevano essere complementari, Milazzo e Barcellona, e si è tolto qualsiasi significativo ruolo all’ospedale Papardo.

“Quanto sostengo, documenti alla mano cercheranno di dimostrarlo Antonio Giardina ed Enzo Terzi, mentre Runci dimostrerà quali sono state le ripercussioni sulla rete del 118 dovute alle scelte cervellotiche che provengono da Palermo. Per dare una risposta forte ed unitaria abbiamo chiesto al sindaco di Messina, nella sua qualità di presidente della Conferenza dei sindaci, di convocarla, cosa che si impegnato a fare il prima possibile”.

“Infatti tale organismo è legittimato a ricorrere alla giustizia amministrativa od ad altre magistrature se ritiene che ne esistono le condizioni. Purtroppo il problema è far partecipare i i sindaci alla riunione. Infatti nelle due ultime riunioni della Conferenza dei sindaci, convocate su nostra richiesta, per discutere di due importantissimi argomenti, il primo fare visitare gli invalidi civili presso i distretti di appartenenza, il secondo individuare quali iniziative assumere per ottenere la realizzazione del Centro Oncologico di Eccellenza, hanno brillato per la loro assenza. Vi invito a fare di tutto per convincere i sindaci del vostro distretto a partecipare alla conferenza.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO