Angela Rizzo (ME): “Del Dalai Lama non mi importa nulla…, posso dirlo liberamente o incorro in qualche sanzione etico politica qualunquistica? (cit. Angela Cacciola)”

"A MESSINA, NON PUOI AVERE IDEE DIVERSE DA QUELLI CHE SOLO APPARENTEMENTE GUIDANO PALAZZO ZANCA"

0
724

Angela Rizzo, che nella nostra città è sempre vicina agli ultimi ed a più deboli in una nota, scrive: “del Dalai Lama non mi importa nulla…, posso dirlo liberamente o incorro in qualche sanzione etico politica qualunquistica? (cit. Angela Cacciola) Qualche osservazione però la voglio fare. A Messina non è tollerato che si pensi diversamente da quello che è il pensiero -dominante-, è un dato certo e inconfutabile”.

“A Messina, non puoi avere idee diverse da quelli che solo apparentemente guidano Palazzo Zanca. A Messina, se ti lamenti il coro dice che lo fai perchè sei corrotto/colluso con quellicheceranoprima. A Messina, il superfluo diventa evento, il necessario deve stare nascosto. A Messina, tutti coloro che nel 2013 hanno votato Renato Accorinti e si sono accorti che era stato approntato un grande inganno, oggi sono ignoranti, pecore, sporchi, bugiardi”.

“A Messina, alcuni giornalisti, a partire da quelli dell’organo del potere, difendono questa Amministrazione che di fatto rappresenta e vive grazie ai voti dei soliti noti (chi vota in consiglio comunale qualsiasi provvedimento?) Io da messinese dico che questa Amministrazione e il suo staff sono quello che Messina non si meritava né si attendeva e Accorinti (utile, quanto interessato, -idiota-) ha una colpa immensa ha preso tutti per i fondelli, facendo perdere qualsiasi residua speranza di cambiamento”.

“Per me il Dalai Lama, può anche fare le pratiche per la cittadinanza italiana, per me il Dalai Lama può tenere lectio magistralis in ogni -vinedda- o -bagghiu- di questa martoriata città”.

“La foto (quella del Dalai Lama con gli assessori e consiglieri comunali -rivoluzionari- è di Tempostretto) e mette tanta tristezza”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO