Il calvario di Alessandra Marsili, ad Alanno [Video]

QUELLO CHE E' CAPITATO ALLA SIGNORA ALESSANDRA, POTREBBE SUCCEDERE A CHIUNQUE DI VOI CARI AMICI ITALIANI

0
233

Vi raccontiamo in breve il “calvario”dell’amica Alessandra Marsili e del marito Francesco di Alanno in provincia di Pescara. Loro, hanno acquistato una casa nel comune di residenza con un regolare mutuo e sacrifici, poi la tragica scoperta di un pozzetto (di acque) irregolare occultato dallo stesso Ente locale.

L’infiltrazione delle acque, è stata tanto copiosa da far sprofondare la loro abitazione rendendola inagibile e di conseguenza sono rimasti senza un tetto sulla testa, con tanto di figli al seguito. Nel corso di questa grave situazione, gli hanno assegnato un alloggio popolare fatiscente con tanto di muffa, avendo tre figli di cui uno malato di asma, hanno rifiutato perché inconcepibile vivere in una casa del genere per i rischi legati alla salute.

Quindi per protesta e lo sottolineiamo per protesta e far valere i loro diritti di famiglia italiana, dopo essere stati ingannati… si sono accampati con una tenda davanti al comune di Pescara da più di 3 mesi con tanto di difficoltà come si può capire vivendo in una tenda. Ora, guardate attentamente il video allegato all’articolo… dopo 104 giorni, arrivano le istituzione non per comunicargli di aver trovato un alloggio per loro ed i figli, bensì per sottrargliene uno che è minorenne (che oltre tutto non è mai stato in quella tenda perché i genitori sono persone responsabili).

Sentite bene le parole dei vigili e quelle della falsa assistente sociale…, non ignorate tutto questo abuso di potere, perché potrebbe succedere anche a chiunque di Voi cari amici italiani.

La vergogna più totale delle istituzioni SI RICORDANO DI ANDARE PRESSO IL PRESIDIO DI TOGLIERE I FIGLI DOPO 104 GIORNI DI PRESIDIO!

Pubblicato da Paolo de Titta su Giovedì 21 settembre 2017

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO