“Macht it Now”, per sensibilizzare alla donazione di midollo osseo [Video]

NOVITA’ DI QUEST’ANNO, LA TIPIZZAZIONE COL TAMPONE SALIVARE

0
239

Si è tenuta presso la Sala Ovale del Comune di Messina, la presentazione della manifestazione “Match it Now” per sensibilizzare alla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche. A Messina in piazza Cairoli, come in oltre 180 piazze italiane, nella giornata di sabato 23 settembre, sarà possibile ricevere tutte le informazioni sulla donazione e accedere direttamente al primo screening necessario all’iscrizione al Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo- IBMDR.

I volontari delle associazioni di settore, i medici e il personale sanitario saranno a disposizione di tutti i cittadini anche per rispondere ai principali dubbi connessi alla donazione di cellule staminali emopoietiche. L’iniziativa, patrocinata dal Ministero della Salute e dal CONI, è promossa da Centro Nazionale Trapianti, Centro Nazionale Sangue, dal Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo e dalle Federazioni ADMO e ADOCES. Ad illustrare la manifestazione “MATCH IT NOW” l’avvocato Silvana Paratore che ha ricordato come durante la prima edizione siano stati reclutati 4.185 nuovi donatori tra i 18 e i 35 anni grazie ai punti informativi attivati sul territorio italiano e alla presenza di personale sanitario afferente al Sistema Sanitario Nazionale.

Un sentito ringraziamento è stato dalla Paratore, rivolto alla Brigata Meccanizzata Aosta ed in particolare al capitano Fabrizio Fanara per aver contribuito in modo spontaneo, alla diffusione della conoscenza della manifestazione a tutti i reparti di Messina ed all’ANFI (ass. nazionale finanzieri d’Italia sez. Messina). Per alcune malattie, ha ribadito la Paratore, il trapianto di Midollo è una soluzione priva di alternative e le speranze di guarigione e di Vita sono legate all’esistenza di un elevato numero di persone disponibili ad offrirsi come Donatori.

A seguire l’intervento del presidente ADMO sezione di Messina dott. Salvatore Parrino che ha affermato come quest’anno per la prima volta verrà utilizzata a Messina la tipizzazione, attraverso la metodica del tampone salivare. La Sicilia ha contribuito nell’anno 2016 con 790 donatori di cui solo a Messina n. 290 . Trentamila i donatori nel Mondo (380.594 in Italia; 11.675 in Sicilia; 3500 a Messina). L’obiettivo dell’evento, ha aggiunto Parrino, è quello di lavorare sulla divulgazione trasversale del messaggio di donazione del Midollo osseo e di trovare canali di comunicazione efficaci per raggiungere i giovani.

Interesse ha suscitato la presenza in Sala Ovale, di un giovane donatore di midollo osseo di 19 anni Salvo Antonino sottopostosi ad intervento all’età di dieci anni per salvare la vita alla sorella di otto affetta da leucemia. Tra i presenti all’incontro, l’assessore alla cultura Federico Alagna che ha parlato della cultura della donazione e dell’interesse di voler coinvolgere gli istituti scolastici cittadini; il prof. Salvatore Settineri che ha sostenuto il proposito dell’Università degli Studi di Messina di farsi carico di promuovere tra gli studenti l’impegno alla donazione come ispessimento della propria persona in chiave formativa.

Non un gesto a sè ma un dovere di divulgazione, sensibilizzazione emotiva che possa concorrere a formare la personalità degli studenti. A seguire il contributo di Paolo Cardia direttore Sanitario dell’A.O. Papardo che ha ribadito il rapporto di collaborazione sinergico con Admo ed Anna Maria Bonanno consigliera Nazionale ADMO che ha tracciato le origini della manifestazione e le innumerevoli iniziative portate avanti da Admo Messina.

Tra gli altri partner dell’iniziativa: “il CONI, il Rugby Amatori Messina, l’Avis di Santa Teresa, la Protezione civile, il Cesv, l’Ospedale Papardo con medici e infermieri del Centro ematologia, il Centro donatori per la tipizzazione Ospedale Papardo Messina, i Clown VIP, l’Associazione carabinieri ed i Volontari ADMO. Alla manifestazione in programma a piazza Cairoli, sarà presente anche Francesca Cacciola che tre anni fa ha donato il midollo osseo ad un bimbo austriaco di 7 anni”.

Pubblicato da Filippo Pansera su Venerdì 22 settembre 2017

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO