Fabrizio Micari (candidato alla presidenza della Regione Siciliana): “Dobbiamo migliorare ancora, ma partiamo da un punto di partenza che non è zero”

LA SFIDA GENTILE

0
299

Questa mattina, nel Salone delle Bandiere del Comune di Messina, il candidato del centro sinistra (Partito Democratico-Alternativa Popolare-Sicilia Futura) alla presidenza della Regione Siciliana, che si misurerà alle prossime elezioni del 5 novembre, il professor Fabrizio Micari ha presentato la sua candidatura a Palazzo Zanca.

Insime a lui, vi erano gli onorevoli: “Beppe Picciolo, Gianpiero D’Alia, Tommaso Currò, Vincenzo Garofalo, Giovanni Ardizzone, Giuseppe Laccoto e Filippo Panarello. Presente inoltre, anche il commissario dello Iasp, Francesco Calanna.

Micari, ha affermato fra l’altro: “ho parlato di fondi europei, è chiaro che la prima cosa, una delle prime cose che dovremo iniziare a fare sarà quella di dare veramente una grossa accelerazione. Dobbiamo migliorare ancora, però partiamo da un punto di partenza che non è zero. Lo stesso vale, per la Formazione”.

“C’è una che è la Formazione, che deve essere ripensato, riprogettato. Ci sono state delle difficoltà lo sapete. In passato, ho parlato tante volte con l’assessore Marziano, però c’è una riprogettazione del sistema della Formazione che è urgente.”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO